Regionali 2015, il centrodestra scricchiola: Forza Italia nel caos

Politica // Scritto da Fabrizio Ardito // 24 febbraio 2015

Regionali 2015, il centrodestra scricchiola: Forza Italia nel caos


Di certo (e contrariamente a qualche settimana fa) si sa solo il nome del candidato governatore Francesco Schittulli, ex presidente della Provincia di Bari. Per il resto il centrodestra pugliese annaspa nelle torbide acque agitate dallo scontro tutto interno a Forza Italia, il partito di maggior peso all’interno della coalizione.

Francesco Schittulli

Francesco Schittulli

Ed è proprio la coalizione il primo problema per Francesco Schittulli: infatti se da una parte può contare sul sostegno del Movimento Politico Schittulli, Fratelli d’Italia, Nuovo Psi, La Puglia prima di tutto e Forza Italia, Area Popolare (il contenitore che al Parlamento raccoglie Ncd, Udc e Per l’Italia) appare divisa in due, con il Nuovo Centrodestra da una parte che fa da sponsor all’oncologo pugliese e l’ondivago Udc che tra una trattativa con il centrodestra e un ammiccamento al centrosinistra si ritrova ad essere al centro delle attenzioni di molti partiti. Ed è proprio al centro che si apre uno spiraglio, con Realtà Italia (grande sconfitta alle primarie per il Sindaco di Bari) e Centro Democratico che tirano il partito di Casini, o per lo meno ne attirano le attenzioni.

Francesco Amoruso

Francesco Amoruso

Ma ancora più insanabile sembra la frattura all’interno del partito più grande della coalizione: nella terra di Fitto, che da solo ha spinto Forza Italia a raggiungere le alte percentuali raggiunte alle scorse europee, il partito è in agitazione (i maligni direbbero nel caos, nda) dopo la rimozione di Francesco Amoruso da coordinatore pugliese e la sua sostituzione con Luigi Vitali, antifittiano di ferro. La manifestazione dei “ricostruttori azzurri” non è andata giù a molti, che vi hanno visto un’OPA ostile sulla leadership di Berlusconi (e di tanti potentati senza potere): Vitali ci è andato giù pesante, dichiarando alla stampa che “chi andava alla manifestazione di Fitto andava a suo rischio e pericolo” agitando lo spettro della non ricandidatura (“nessuno poteva chiedermi di essere candidato a nessuna competizione“).

L'ex presidente della provincia Francesco Ventola

L’ex presidente della provincia Francesco Ventola

E il problema torna sempre lì: un seggio a Via Capruzzi interessa a molti e farlo in un partito grande e forte ha indubbiamente i suoi vantaggi, traducibili in maggiori chance di essere eletti. Ma il piano B è sempre lì: riesumare liste che hanno avuto un loro passato forte, come la stessa Puglia prima di tutto, per contare chi sta con Vitali e chi sostiene Fitto. Si prevedono molti sussulti nelle segreterie provinciali (i cui coordinatori, tra l’altro, si sono dimessi tutti per protesta contro Vitali): e chissà che i più dei pochi certi non migrino proprio nella lista arancione, come l’ex presidente della provincia Bat Francesco Ventola, unico candidato consigliere del centrodestra nel territorio che non ha nascosto le sue ambizioni.

Fabrizio Ardito

Chi è Fabrizio Ardito

Giornalista pubblicista dal 2012, è studente di Marketing e Comunicazione. E' l'ispiratore dello spazio web del giornale cartaceo (all'inizio per l'allora Diretta Nuova, ora Bisceglie in Diretta), di cui è stato responsabile. Tra i suoi interessi ci sono la Politica, la Comunicazione, la Statistica, l'Astronomia e l'Informatica. Attualmente è redattore di Bisceglie in Diretta.




Politica // Scritto da Fabrizio Ardito // 24 febbraio 2015