REAL ADELFIA-NETTUNO 4-4 | La prima vittoria sfugge nel concitato finale

Sport // Scritto da Vito Troilo // 27 settembre 2015

REAL ADELFIA-NETTUNO 4-4 | La prima vittoria sfugge nel concitato finale


Biancazzurri penalizzati dalle espulsioni di Natale Sasso e Mauro De Feudis. Debutto per il 18enne portiere Alberto Picca

Real Adelfia-Nettuno Bisceglie 4-4

Real Adelfia: De Giosa, Latorre, Germano, Ferretti, De Comis, Colaemma, Tissi, Quarto, Lacasella, Sassanelli, Sisto, Zotti. Allenatore: Umberto Cassano.
Nettuno Bisceglie: Sasso, Pasquale, Mastrorilli, Fusiello, De Feudis, Salerno, Drapni, Arcieri, Ricchitelli, De Cillis, Landriscina, Picca. Allenatore: Bartolo Sasso (squalificato).
Arbitri: Dimundo di Molfetta, Decorato di Barletta.
Reti: 4° Arcieri, 8° Drapni, 18° Lacasella, 26° Quarto, 37° e 45° Sergio De Cillis, 50° Germano, 56° Sisto.
Note: espulsi Sasso, De Feudis e De Giosa al 55°.

Blitz sfiorato di un soffio. Il Nettuno è tornato dalla trasferta di Adelfia non a mani vuote, avendo finalmente guadagnato il primo punto stagionale in C1, senz’altro col rammarico di non essere riuscito a chiudere una gara che avrebbe potuto vincere, malgrado la perdurante assenza di Piero Lamanuzzi.

Gli ospiti sono partiti col piede sull’acceleratore, realizzando due reti nel giro di otto minuti con Emanuele Arcieri (alla quinta rete in campionato) e Desard Drapni (primo centro stagionale per il forte calcettista di origine albanese). Il team di casa ha replicato, trovando in diverse circostanze prontissimo fra i pali Natale Sasso (in campo al posto dell’indisponibile Leo Gangai). Lacasella ha accorciato le distanze poco dopo la metà del primo tempo e in dirittura d’arrivo della prima frazione di gioco Quarto ha ristabilito la parità.

Ripresa fotocopia: Real Adelfia molto aggressivo e determinato a fare la partita; Nettuno scaltro, deciso a colpire in contropiede. Un micidiale uno-due griffato da Sergio De Cillis ha riportato la compagine del presidente Tonio Papagni in vantaggio di due lunghezze ma nelle concitate battute conclusive il team guidato da Umberto Cassano ha tentato il tutto per tutto, prima riducendo lo scarto con un gol di Germano, quindi impattando con una precisa rasoiata Sisto in seguito all’espulsione dell’estremo biancazzurro Sasso e al debutto in C1 dell’under classe ’97 Alberto Picca. Minuti finali molto nervosi, contrassegnati da tre cartellini rossi per intemperanze: i direttori di gara hanno estromesso dall’incontro, nella stessa circostanza, sia Natale Sasso che Mauro De Feudis e l’atleta locale De Giosa.

L’inizio di campionato decisamente duro dei biscegliesi di mister Bartolo Sasso (impossibilitato a guidare la squadra dalla panchina perché squalificato fino al 30 ottobre in conseguenza dell’espulsione per proteste nel derby di mercoledì con la Diaz) riserverà sabato 3 ottobre la terza sfida in trasferta nei primi quattro incontri in calendario: Michele Landriscina e compagni renderanno visita al Trulli e Grotte Castellana, che nell’ultimo turno ha brillantemente fermato sul 3-3 la Diaz al PalaDolmen.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 27 settembre 2015