REAL ADELFIA-DIAZ 5-5 | Pari nel recupero sul campo del fanalino di coda

Sport // Scritto da Vito Troilo // 19 dicembre 2015

REAL ADELFIA-DIAZ 5-5 | Pari nel recupero sul campo del fanalino di coda


Match dall’andamento altalenante per la squadra di Maurizio Di Pinto, falcidiata dalle assenze

Real Adelfia-Diaz Bisceglie 5-5

Diaz Bisceglie: Di Bitonto, Tortora, Palermo, De Cillis, Angelo Cassanelli, Valente, Di Pinto, Enzo Cassanelli, Pedone, Ciannella. Allenatore: Maurizio Di Pinto.
Arbitri: Vinci di Bari, Cives di Molfetta.

Un’opportunità mancata? Sì, considerando la posizione di classifica del Real Adelfia, fanalino di coda. Un punto guadagnato, al contrario, analizzando l’andamento della gara. La Diaz ha conquistato un il quinto pareggio stagionale nel torneo di Serie C1 a fronte di sette affermazioni e tre sconfitte, uscendo indenne dal terreno di gioco dell’ultima in graduatoria dopo aver rischiato di perdere una partita raddrizzata in pieno recupero.

Le assenze di Vincenzo Povia fra i pali e di ben tre elementi di movimento (l’ormai lungodegente Mauro Caggianelli, Cosimo Preziosa e Mauro Garofoli) hanno influito sulle capacità di rotazione del collettivo allenato da Maurizio Di Pinto. Eppure i biancorossi hanno chiuso la prima frazione in vantaggio 2-0, sbloccando il risultato con la sfortunata deviazione di un calcettista adelfiese su un’imbucata di Sergio De Cillis e raddoppiando con un tap-in da pochi passi di Gigi Palermo. Gli ospiti hanno sfiorato anche la terza marcatura a ridosso dell’intervallo con Enzo Cassanelli mentre Maurizio Valente è stato costretto a uscire dal rettangolo di gioco in seguito a uno scontro di gioco con l’estremo difensore locale.

Il Real Adelfia è apparso più reattivo e determinato a inizio ripresa e ha dimezzato lo svantaggio con un tiro potente di Cassano che ha colpito la traversa e il palo, infilandosi alle spalle di Roberto Di Bitonto. Dai piedi di un ispiratissimo Sergio De Cillis è partito un altro passaggio smarcante, questa volta a beneficio di Enzo Cassanelli che ha riportato la Diaz sul +2. Dubbi sul 2-3, firmato da Lacasella con una conclusione che ha centrato la trasversale rimbalzando successivamente sul campo e oltre la linea di porta secondo la coppia arbitrale. Straziota ha approfittato del momento di sbandamento degli ospiti per impattare sul 3-3. Poker del team di mister Cassano con Lacasella, lesto a sfruttare un’indecisione biscegliese provocata da una segnalazione arbitrale poco chiara. Il capitano Giacomo Di Pinto ha ristabilito la parità, rotta in dirittura d’arrivo da uno straripante Lacasella (tripletta). In pieno recupero, col quinto di movimento, la Diaz ha fissato il punteggio sul 5-5 con Cesare Pedone, dopo aver rischiato di capitolare su un tiro dalla lunghissima distanza dell’Adelfia, terminato sul palo a porta sguarnita.

La squadra del presidente Nicola Napoletano è ora quarta in classifica con 26 punti alle spalle della capolista Atletico Cassano, delle Aquile Molfetta e del Volare Polignano, che ha sconfitto il Santos Club scavalcando la Diaz e l’Olympique Ostuni, sconfitta di misura ad Altamura.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 19 dicembre 2015