Rampa disabili al waterfront: è subito polemica

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 9 ottobre 2014

Rampa disabili al waterfront: è subito polemica


E’ la ditta Fatigati di Gravina in Puglia, l’autore dell’opera di realizzazione della rampa disabili che collegherà Via Cristoforo Colombo con via Porto. Una urbanizzazione prevista dal Contratto di Quartiere II a vantaggio di chi gira in carrozzina, passeggino o carrozzella, alternativa alla rampa che, tramite Largo Porta di Mare, scende da via Trieste a via Nazario Sauro.

L’opera, che sta interessando la parte retrostante del Parco delle Beatitudini, concesso, a maggio scorso, per tre anni al Cinema Nuovo per permettere gli spettacoli all’aperto, sta già suscitando le polemiche degli ambientalisti, che nell’ulteriore colata di cemento vedono una irreversibile distruzione della flora e dell’avifauna che caratterizza l’habitat naturale unico del luogo.

“Perché rinunciare – si chiede qualcuno – all’unica area verde del quartiere e non pensare ad altro posto per l’ubicazione di una rampa più utile, posto che ne esiste un’altra a pochi passi”?

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 9 ottobre 2014