Raccolta differenziata porta a porta, che fine ha fatto il bando della Camassa?

Attualità // Scritto da Mario Lamanuzzi // 29 dicembre 2016

Raccolta differenziata porta a porta, che fine ha fatto il bando della Camassa?

Quando saranno (se lo saranno) assunti i lavoratori per cui è stato fatto un bando di gara permanente?

Ora che il porta a porta si sta estendendo a quasi tutta la città, si procederà a nuove assunzioni da parte del gestore del servizio di igiene urbana? E soprattutto, si farà riferimento al bando per la selezione di personale pubblicato la scorsa estate?

È quanto si chiedono numerosi aspiranti operatori ecologici che avevano inviato la domanda di partecipazione e il loro curriculum all’indirizzo indicato dalla Camassa, l’azienda appaltatrice del servizio a Bisceglie, per formare una graduatoria cui attingere nel momento del bisogno di nuovo personale.

Al momento però sembrerebbe non ci sia stato alcun seguito a quel bando. Si ignora se le risorse, non solo tecniche ed economiche ma anche e soprattutto umane, necessarie per l’estensione del porta a porta siano sufficienti o se gli aspiranti operatori ecologici possono sperare in una chiamata dall’azienda.

La redazione ha chiesto alla Camassa se a seguito della graduatoria permanente pubblicata mesi addietro, sono previste nuove assunzioni, anche in vista del completamento del servizio di porta a porta in tutta la città.

Non è stata data ancora una risposta. Si spera che qualcuno possa chiarire la situazione e informare chi vede nell’operazione di rafforzamento della raccolta differenziata, una possibilità di impiego.

Mario Lamanuzzi

Chi è Mario Lamanuzzi

Da oltre 25 anni si occupa di giornalismo locale. Cofondatore de "La Diretta", nel 1999 ha fondato “Bisceglie quindici giorni”, dirigendolo fino al 2003. Ha diretto, in passato, anche i portali Bisceglielive e Molfettalive.




Attualità // Scritto da Mario Lamanuzzi // 29 dicembre 2016