Questione rifiuti, interrogazione parlamentare 5 Stelle, rapporti interni al Pd e opposizione: Spina ne ha per tutti

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 24 febbraio 2017

Questione rifiuti, interrogazione parlamentare 5 Stelle, rapporti interni al Pd e opposizione: Spina ne ha per tutti

Il sindaco, incassato il pronunciamento del Consiglio di Stato favorevole al comune, punzecchia Angarano e Rigante: «Avevano detto che era sbagliato recedere con Camasambiente»

Conferenza stampa a tutto campo del sindaco Francesco Spina, venerdì pomeriggio in sala giunta, a poche ore dal pronunciamento favorevole al comune da parte della terza sezione del Consiglio di Stato, presieduta dall’ex ministro degli esteri Franco Frattini (magistrato di professione). Il primo cittadino non ha risparmiato affondi nei confronti di tutti gli avversari politici, a vari livelli, riassumendo quella che, dal suo punto di vista, sarebbe la situazione politica e sociale a Bisceglie.

I giudici amministrativi (componenti Francesco Bellomo, Lydia Ada Orsola Spiezia, Giulio Veltri e Sergio Fina) hanno respinto l’appello presentato da Camassambiente avverso l’ordinanza cautelare del Tar Puglia riguardante la risoluzione del contratto di affidamento dei servizi di igiene urbana a seguito di interdittiva antimafia. «Alcuni consiglieri comunali hanno dimostrato ancora una volta scarsa competenza giuridica» ha commentato Spina, riferendosi naturalmente ad alcuni esponenti che siedono fra i banchi dell’opposizione nella massima assise cittadina. Poco dopo è tornato sull’argomento per rincarare la dose ricordando che «secondo l’opinione, che pur rispetto, di Angelantonio Angarano e Roberta Rigante la decisione di recedere dal contratto con Camassambiente sarebbe stata precipitosa e sbagliata». Il nuovo arrivato nel Partito Democratico non ha dubbi: «Questo è un grande risultato d’immagine per la città di Bisceglie».

«Qualcuno evidentemente dovrebbe guardare di più in casa propria» ha tuonato Spina riferendosi ai deputati del Movimento 5 Stelle (i famosi sei già definiti “ventriloqui di Roberta Rigante”) che, presentando un’interrogazione parlamentare al ministro degli interni Marco Minniti chiedendo lumi sull’eventualità di scioglimento per infiltrazioni mafiose del consiglio comunale di Bisceglie, «hanno recato un’offesa a tutta la città».

L’emergere di notizie, su alcuni media, che lo vorrebbero coinvolto, al pari dei componenti della giunta del 2013 e di alcuni dirigenti comunali, in un accertamento disposto dalla Procura della Corte dei Conti, è stato liquidato senza mezzi termini: «Non sono a conoscenza di fascicoli a mio carico non avendo mai ricevuto io né gli assessori alcun avviso di garanzia». Sulle polemiche che sono scaturite: «Massima solidarietà ai tecnici dell’ente», evidentemente sottoposti, a giudizio del sindaco, a un attacco ingeneroso.

PASSAGGIO DI CONSEGNE CAMASSA-AMBIENTE 2.0
Il dirigente di ripartizione è intervenuto per illustrare le modalità attraverso cui il servizio di igiene urbana passerà da Camassambiente al Consorzio Ambiente 2.0, subentrante. Il D-day è stato già fissato per lunedì 13 marzo. «Non eravamo riusciti a interloquire, fino a venerdì mattina, con Camassambiente. La pronuncia del Consiglio di Stato ha una volta per tutte stabilito che ci sarà questo passaggio di consegne. Sarà indispensabile una collaborazione dell’azienda uscente, specie nel transito di mezzi e attrezzature, per evitare disagi» ha affermato l’ingegner Vito Di Bari. «La città ha mostrato grande maturità realizzando, nel mese di gennaio, un risultato del 47% di raccolta differenziata secondo i dati ufficiali forniti dalla regione» ha aggiunto. Riguardo la prospettiva dell’entrata in vigore di una tariffazione puntuale, nessuno sbilanciamento: «Al momento è attiva su quattro-cinque comuni italiane delle dimensioni di Bisceglie» ha detto. Chiosa del primo cittadino sul personale («L’80% degli attuali dipendenti è stato assunto all’epoca del Consorzio Vigiliæ») e metodo di raccolta in alcune zone del territorio: «Nei quartieri Sant’Andrea e Seminario l’idea è di mantenere i bidoni condominiali inserendo le buste personalizzate nel momento in cui saremo pronti per la tariffa puntuale».

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 24 febbraio 2017