PROMOZIONE, UNIONE: PRIMA AFFERMAZIONE INTERNA

Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 17 novembre 2013

PROMOZIONE, UNIONE: PRIMA AFFERMAZIONE INTERNA


Il gol di D'Ascoli per il 2-1 finale

Il gol di D’Ascoli per il 2-1 finale

Tutto lo sport biscegliese a portata di clic su Bisceglie in diretta
Aggiungi il link del sommario sportivo ai tuoi preferiti per avere la certezza di non perdere un solo articolo!
BISCEGLIE IN DIRETTA – TUTTI I COLORI DELLO SPORT LOCALE

UNIONE CALCIO BISCEGLIE-CARAPELLE 2-1

Un. Bisceglie: Antonino, Manastreliu, Bufi, Carlucci (dal 71° D’ascoli), Compierchio G., Porcelli, Malerba, Silvestri, Natilla (dall’86° Monopoli Ang.), Di Pierro, Pasculli (dall’87° Di Ceglie). A disposizione: Di Fazio, Monopoli Ant., Cantarale, Salierno. Allenatore: Francesco Modesto.

Carapelle: Pipoli, Mascia L., Monaco, De Stasio, Mascia F., Compierchio, Andriano, Casieri (dal 76° Casieri), Ceglia (dal 56° Periosa), Ciccone, Magaldi (dal 64° Bosco). A disposizione: Del prete, Maffei, Di Pilato, Grieco. Allenatore: Pasquale Ciccone (squalificato).

Arbitro: Mirko Chirico (Taranto) – Assistenti: Livio De Zio (Barletta), Fabio Donatelli (Taranto)

Reti: 27° Ciccone, 63° Compierchio, 74° D’Ascoli.

Ammoniti: Casieri, Malerba, Bosco.

Espulso: Mascia F. al 50°.

La tanto sospirata prima vittoria fra le mura amiche è arrivata per l’Unione Calcio Bisceglie, abile a regolare di misura un Carapelle che dopo un discreto primo tempo ed un bruciante avvio di ripresa hanno dovuto cedere lo scettro della gara, confermando difficoltà nella gestione del vantaggio.

Fra gli azzurri torna Silvestri dal primo minuto mentre a supporto del terminale Di Pierro c’è il giovane bitontino Damiano Natilla; in difesa esordio dal primo minuto per Manastreliu.

I rossoazzurri del presidente Tarantino, senza Longo per squalifica, giocano compatti nella propria metà campo con lanci lunghi pronti a sorprendere la retroguardia azzurra, oggi notevolmente solida. E difatti è da un calcio piazzato che scaturisce il gol che porta gli ospiti in vantaggio: merito di Ciccone, migliore in campo fra i foggiani, a spedire la palla all’incrocio dove Antonino nulla può.

Una volta in vantaggio i foggiani smettono di giocare limitandosi a difendere il punto messo a segno ed a sfruttare limitatamente le fasce laterali per trovare il gol che chiude il match. Invece ci pensa Mascia a mettere tutto in discussione con la propria seconda ammonizione derivante da un fallo di mano al limite dell’area.

Gli uomini di mister Modesto crescono ampiamente alla distanza e cominciano a credere nel pieno risultato: Pipoli fa gli straordinari spedendo due tiri dalla distanza in corner fino al 63° quando l’Unione perviene al pareggio con il primo gol stagionale di Gianni Compierchio; il cerignolano salta più di tutti ed incorna la sfera in fondo alla rete.

Ancora pericolosa l’Unione con Giacomo Porcelli, che colpisce a botta sicura dall’interno dell’area piccola vedendosi respingere il tiro sul primo palo, e con Natilla che si vede strozzare l’esultanza dal colpo di reni di Pipoli.

Estasi che arriva per Walter D’ascoli, appena subentrato a Carlucci, al minuto 74 quando colpisce di prima intenzione su respinta corta della difesa foggiana ad una conclusione di Silvestri.

Nell’ultimo quarto d’ora ritmi bassi con la consueta girandola di sostituzioni ed un’occasione per parte; Natilla spreca a tu per tu col portiere e Monaco spara la propria voleè alta sopra la traversa.

A fine gara interviene Mariano Tarantino, presidente dei foggiani:

Per me la sconfitta è inaccettabile per come è maturata; dopo che l’arbitro ha ammonito Mascia nella prima frazione il rosso dopo quattro minuti del secondo tempo mi è sembrato piuttosto eccessivo. Complimenti all’Unione per la solidità che ha mostrato sul proprio campo; era una partita fondamentale per loro e volevano vincerla. L’assenza di Longo? Per me notevolmente importante quest’oggi; si è sentita così come si sentirà fortmente quella di Mascia domenica prossima.

Clamoroso balzo in classifica per l’Unione che così torna al settimo posto a quota tredici punti, appaiandosi proprio con Carapelle e Canosa. Prossimo turno in data 24 Novembre presso il terreno del Sant’Angelo dei Ricchi contro la Nuova Andria penultima in classifica.

Chi è Bartolomeo Pasquale

Bartolomeo Pasquale nasce a Molfetta il 15 Gennaio 1987. All'età di dodici anni vince il premio speciale alla seconda edizione del premio scolastico "Vincenzo Fata" con il video-report dal titolo "Bisceglie in dieci minuti". Redattore per Bisceglie in diretta dal 2008, è stato presentatore per programmi radiofonici, spettacoli e contest, conseguendo il titolo di giornalista pubblicista nel 2010. Laureato in Giurisprudenza con tesi in Diritto del Lavoro presso l'Università degli Studi di Bari, è praticante avvocato dal Novembre 2012.




Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 17 novembre 2013