PRIMARIE, L’APPELLO PRO-VENDOLA DI MIMI’ CAPURSO

Opinioni / Politica // Scritto da Vito Troilo // 20 ottobre 2012

PRIMARIE, L’APPELLO PRO-VENDOLA DI MIMI’ CAPURSO


Appello per Nichi Vendola

Il noto, brillante e apprezzatissimo opinionista Mimì Capurso sostiene, con la consueta passione che lo contraddistingue, la candidatura di Nichi Vendola a leader del centrosinistra, invitando i cittadini biscegliesi a votare per l’attuale governatore della regione Puglia.

«Il Presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, chi è?
Già comunista  con la “C” maiuscola. Fìlosofo , poeta, cristiano cattolico convinto ma molto critico, intellettuale che cita a memoria i filosofi cinesi e Karl Marx, ma parla anche la lingua di contadini e marinai, e conosce bene le loro paure in questo periodo di gravissima  crisi economica e sociale.  Il comunismo l’ha incontrato con il padre e lo zio fin da giovanissimo , tra i braccianti agricoli e i vecchi comunisti di Terlizzi.

La sua famiglia non era ricca, anzi… Durante gli anni del Liceo scientifico , d’estate,  faceva il cameriere e d’inverno vendeva libri. Finché era  studente universitario, il nostro Presidente della regione Puglia fece  il correttore di bozze per la casa editrice De Donato che, in cambio, non gli dava soldi ma libri. Si laureò in Lettere e Filosofia all’Università di Bari con una tesi su Pier Paolo Pasolini. Ha scritto alcuni libri : «Prima della battaglia», «Soggetti smarriti», «Il mondo capovolto», «Lamento in morte di Carlo Giuliani», «Ultimo mare».

E’ stato uno dei padri autorevoli di Rifondazione Comunista. Eletto deputato nel 1992 , rieletto nel 1994,  nel 1996, nel 2001.  Ha fatto parte di diverse commissioni parlamentari. Oggi è presidente di Sinistra Ecologia e Libertà.

Nichi Vendola vince perché sa parlare a tutti e punta sui temi che interessano alle persone : ambiente, lavoro, giovani, legalità. Vendola, fin da giovane, è sempre stato schierato con i più umili, con gli “ultimi”.  Su facebook cerca di raggiungere anche quelli che si sono allontanati dalla politica. La sinistra storica italiana oggi è debole , vive nel passato e non ha più convinzioni.

«Oggi il politico di sinistra deve mettere insieme il vecchio e il nuovo. E soprattutto dare ascolto ai giovani. Abbiamo bisogno di un nuovo racconto coerente dell’Italia. Oggi la nostra nazione è una democrazia della televisione che si fonda sull’immunità della classe dirigente», dichiarò Vendola non molto tempo fa.

Credo che l’attuale presidente della regione Puglia effettivamente possa essere, “senza se e senza ma”, il primo intellettuale e politico  pugliese credibile ad avere le carte in regola per candidarsi alla presidenza del Consiglio. Lo so, non pochi comunisti della Federazione della Sinistra e cosiddetti  cattolici “progressisti” non condividono l’idea. Votare politici né carne né pesce, ma solo estimatori di Monti come Bersani, Renzi, Tabacci? Ma va là… 

Ormai il Partito Democratico è fatto da liberal-liberisti come Renzi, che hanno separato la politica dall’etica, ex democristiani, ex popolari. Sììììì, anche nel partito  ex Pci, Pds, Ds, oggi PD è crollata l’etica! E la locale sezione ? Peggio che andare di notte! Oggi sono allo sbando totale, basta pensare che non hanno né il segretario politico né la sede a causa dei violenti litigi intestini.

Di più: L’unico consigliere comunale PD, Angelantonio Angarano, nelle ultime amministrative  fu eletto a mala pena. E i dirigenti provinciali della Bat fin dall’inizio dell’anno hanno sospeso i tesseramenti per l’anno in corso. Incredibile storia , ma vera!

E’ scomparso da tempo, dunque, il PD, ex Pds, ex Ds, guidato da uomini di sinistra e laici come Mauro Di Pierro, già stimato segretario politico della locale sezione e brillante assessore alla cultura delle giunte Napoletano.
E’ doveroso ricordare anche le concittadine Giulia Di Pierro, colta segretaria dei Giovani DS della Provincia e Angelica Curci, già membro regionale della Sinistra Giovanile, imprenditrice nel settore agricolo.

Biscegliesi,  a grandi linee “progressisti”, elettori e tesserati del Partito Democratico e della Federazione della Sinistra di via Cialdini, suvvia prepariamoci alle primarie pro Nichi Vendola».

Mimì Capurso

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Opinioni / Politica // Scritto da Vito Troilo // 20 ottobre 2012