Poche donne ancora in politica…

Politica // Scritto da direttatesting // 24 aprile 2011

Fiocchi rosa nei Comuni? No, sono il 10% ha un sindaco donna

Le ultime presidenziali americane sono state caratterizzate da un ampio dibattito all’interno dei Democrats e dei Republicans: se i vincitori, ovvero il Partito Democratico (di sinistra – anche se in America per sinistra si intendono i progressisti e i liberali) si presentavano con delle novità, ponendo la scelta nelle primarie tra Mr. Obama, primo presidente di colore, e Mrs. Clinton, i perdenti del Partito Repubblicano (di destra – anche se per noi sarebbero i conservatori e i liberisti) presentavano Mr. McCain, un non-ho-nulla-di-speciale politico di vecchio stampo, e Mrs. Palin, energica governatrice dell’Alaska. Quello che risalta di quella tornata elettorale primaria (per inciso svolta da partiti che per noi sarebbero entrambi di destra, al contrario di quanto si creda in giro) era comunque la novità di vedere delle donne possibili candidate alla Presidenza degli Stati Uniti d’America. Noi in questo campo non siamo messi bene né a giovani (e vi rimando all’articolo sul nostro blog per leggerlo) né a donne (mea culpa: c’è chi se la spassa…); troppo poche sono le donne in politica a rappresentare i nostri Comuni e troppo poche sono le signore o signorine che siedono nei nostri consigli comunali. Un dato? Dal rapporto ANCI solo 847 sindaci donne (il 10,6%) contro i 7154 uomini col medesimo ruolo (89,4%); sorte simile per le consigliere, con un rapporto di una a quattro, per cui 5.123 donne (19,5%) contro 21.089 uomini (80,5%).

Chi è Fabrizio Ardito

Nato a Bari, vivo nella BAT-provincia. Studio Marketing e scrivo per la redazione de "La Diretta nuova", sia cartacea che web.




Politica // Scritto da direttatesting // 24 aprile 2011