Pioggia, su via Vecchia Corato tombini a fontanella e Scout in un lago di fogna

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 13 marzo 2016

Pioggia, su via Vecchia Corato tombini a fontanella e Scout in un lago di fogna


64013111-2e6d-4a7c-8eb4-0df6e6f29f5e 6f86723a-db93-417f-88f5-bc58643dd1a3 tn_IMG_2165Un refrain poco piacevole che si ripete ad ogni pioggia: in via Vecchia Corato, anche sabato 12 marzo gli effetti della pioggia si sono fatti subito notare.

I tombini che insistono lungo la strada, ancora una volta, si sono messi a zampillare, creando disagio nei locali all’altezza del civico 52, occupati dai depositi del Gruppo Scout Bisceglie. Le centinaia di ragazzi guidati da Mimmo Rana, ormai si sono organizzati, adoperando l’arte di arrangiarsi che hanno imparato frequentando la sede: pontili mobili, paraschizzi e gamci per recuperare gli oggetti che, durante le piogge, finiscono in un lago di fogna.

L’acqua, qui, zampilla direttamente dai sanitari, che regurgitano reflui quando le tubature non reggono più. Bastano poche gocce di pioggia per creare scompiglio, dal momento che le tubazioni non reggono la portata di tutta la strada. Evidentemente pensate per una popolazione di gran lunga inferiore, coprono oggi le esigenze abitative di centinaia di famiglie, che si sono insediate nei complessi residenziali successivamente alla progettazione e alla realizzazione delle reti.

Sabato, l’ennesimo giorno di disagio. I tecnici della ditta che si occupa per AQP delle manutenzioni (la Edil Costruzioni Generali srl di Gravina in Puglia, ex D’Agostino Costruzioni srl) hanno rinviato l’intervento a lunedì, consapevoli che, comunque, il loro intervento non sarà risolutivo.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 13 marzo 2016