Pietro Consiglio: «Con Spina fuori dalla provincia possibile il ritorno dell’inceneritore»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 28 febbraio 2016

Pietro Consiglio: «Con Spina fuori dalla provincia possibile il ritorno dell’inceneritore»

Il consigliere comunale di maggioranza: «Boccia, Fucci, Casella e Angarano registi della nuova operazione “inciucista”»

Pietro Consiglio, consigliere comunale di maggioranza, ha commentato a caldo la notizia delle dimissioni di Francesco Spina da presidente della provincia. Secondo l’esponente della massima assise cittadina, presidente della commissione consiliare urbanistica, edilizia e lavori pubblici, il sindaco di Bisceglie sarebbe vittima di un inciucio consociativo cui avrebbero partecipato, a vario titolo, il presidente della commissione bilancio della Camera dei deputati Francesco Boccia, il parlamentare di Conservatori e Riformisti Benedetto Fucci, il consigliere comunale della Democrazia Cristiana Gianni Casella e il capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale Angelantonio Angarano. Consiglio auspica un ravvedimento nell’interesse della comunità affinché Spina possa tornare in sella.

«Si dice “Storia docet” ma sembra che ad alcuni la storia non abbia insegnato nulla. Il consociativismo è di nuovo all’opera nella nostra città. I protagonisti del 2013, Boccia, Fucci, Casella e Angarano sono stati i registi della nuova operazione “inciucista” che ha portato alle dimissioni di Francesco Spina da presidente della provincia Bat.

Adesso mi chiedo: saranno contenti di tutto questo? È questo il modo di voler bene alla loro città e ai cittadini? Quale sarà la loro prossima “buona azione”? Forse far chiudere il nostro ospedale e magari sostituirlo con un bel inceneritore? Non dimentichiamo, cari concittadini, che le materie ambientali sono di competenza delle province e non dei comuni: con Francesco Spina fuori dalla provincia sarà di nuovo possibile il ritorno dell’inceneritore. Noi ci opporremo in ogni modo a tutto questo. Dobbiamo essere tutti attenti e vigili per evitare danni al nostro ambiente e alle future generazioni.

Francesco Spina

Francesco Spina

Voglio ringraziare il presidente Spina per quello che ha fatto finora, per la dedizione e lo spirito di sacrificio espresso nella conduzione della nostra provincia, opera fatta gratuitamente e in condivisione con tutte le istituzioni del territorio; gli atti sono stati sempre votati all’unanimità e il suo lavoro apprezzato da tutti, perché  quando  si governa nell’interesse pubblico non si guardano i colori, i cittadini sono tutti uguali.

Con questo grande gesto, Francesco Spina ha voluto dissolvere ogni dubbio, artatamente instillato da media nazionali, sulle vere intenzioni di continuare il percorso intrapreso da circa due anni nella scia dei presidenti Emiliano e Renzi, uomini che ci mettono la faccia e fanno i fatti, e il presidente Spina ce l’ha messa la faccia quando ha emesso le ordinanze ambientali Timac e Amiu; nessuno prima di lui aveva avuto il coraggio di tali gesti, per non parlare del risanamento dei conti pubblici che ha permesso di appaltare i lavori della Trani-Andria, di cominciare l’iter per l’allargamento della Andria-Bisceglie, trovare finanziamenti per le ristrutturazione delle scuole, l’eliminazione delle barriere architettoniche e il riscaldamento per i nostri ragazzi.


Nella ferma convinzione che i problemi politici e personali non devono minimamente intaccare le istituzioni, che sono di tutti, concludo con la speranza che qualcuno, nell’interesse della nostra comunità e di tutta la provincia Bat, si ravveda in tempo e chieda al presidente Spina di continuare a sacrificarsi per il nostro territorio. La città, come sempre, capirà».

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 28 febbraio 2016