Piano di Riordino ospedaliero: 48 posti letto in più a Bisceglie

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 2 dicembre 2016

Piano di Riordino ospedaliero: 48 posti letto in più a Bisceglie


Il tormentato Piano di Riordino Ospedaliero della Regione Puglia ha finalmente una sua identità definitiva. Presentato il 30 novembre dal governatore Michele Emiliano, prevede un investimento di 404 milioni di euro per il “rafforzamento della sanità territoriale e il potenziamento delle emergenze”.

Nella provincia Bat, al netto della riclassificazione dei presidi e della ridistribuzione delle competenze, significa un + 21% (126) di posti letto. La disponibilità al ricovero nella provincia di Barletta – Andria – Trani, dunque, aumenterà, principalmente a vantaggio dei nosocomi di “primo livello”: Andria, che passa da 150 a 218 posti letto e Barletta, che passa da 226 a 271 posti letto, in entrambi i casi con il potenziamento di diverse discipline. Rafforzato, relativamente al post acuzie, anche l’ospedale di Canosa , che guadagna 15 unità, per un totale di 20 posti letto di lungodegenza e 40 di riabilitazione funzionale.

Cresce anche l’ospedale di Bisceglie, che, pur diventando “ospedale di base”, avrà 48 posti letto in più (+40%) e tre nuovi reparti: Geriatria (10 posti letto), Malattie endocrine (8 posti letto) e Terapia intensiva (6 posti letto). Incrementate anche le discipline di chirurgia generale, medicina generale, ortopedia, ostetricia e ginecologia, psichiatria. 

«Vorrei precisare – ci ha tenuto a precisare il Presidente Emiliano – che nessun ospedale è stato declassato. Nel passato cioè non esisteva una classifica degli ospedali. La classifica degli ospedali che noi abbiamo applicato è quella contenuta nel DM70. È la prima volta quindi che alcuni ospedali vengono classificati a seconda delle caratteristiche che hanno. Tra l’altro la classificazione non incide sulla qualità delle cure ma solo sulla specializzazione di ciascun ospedale. Credo che il Piano sia stato gestito con grandissima intelligenza da sindaci, cittadini e personale sanitario. Ringrazio quindi davvero  – ha concluso Emiliano – tutti i sindaci della Puglia, tutti i cittadini, i sindacati e tutti coloro che hanno contribuito alla scrittura del Piano. Naturalmente voglio cogliere l’occasione per ringraziare Giovanni Gorgoni che è l’autore di questo Piano e che oggi scambia il ruolo con Giancarlo Ruscitti che avrà il compito di metterlo in esecuzione».

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 2 dicembre 2016