Pet therapy in casa di riposo: presentato il progetto. Si parte con 10 sedute per 20 ospiti

Attualità / Sociale // Scritto da Serena Ferrara // 26 ottobre 2014

Pet therapy in casa di riposo: presentato il progetto. Si parte con 10 sedute per 20 ospiti


Tutto è nato quando don Fabio Daddato, responsabile del Centro Anziani Storelli, decise di sperimentare gli effetti della compagnia di tre mici nella struttura del quartiere Sant’Andrea. “Un ansiolitico naturale, una fonte di gioia, vederlo accocolarsi sulla mia sedia e chiedere il mio affetto. Mi ha aperto il cuore, noi ci capivamo” – spiega con la voce rotta dall’emozione la signora Maria,  ospite, che attende con ansia l’arrivo di Spenk.

foto: Grazia Pia Attolini

Spenk è il chow -chow di quattro anni che, in coppia con Sabina, (entrambi cerficati dal SIUA, la Scuola di interazione uomo – animale presso cui hanno studiato da “operatori di antropologia assitenziale”) sarà a breve protagonista dell’esperimento di pet therapy che si svolgerà presso il Centro. Dell’equipe faranno parte anche l’ambulatorio veterinario del dott. Gennaro Papagni, la mediatrice Luigia Laforgia e l’addestratore Michele Sfregola, dell’associazione Namira (Nuova  Associazione Mirata all’Incremento della Relazione con l’Animale), oltre alle assistenti sociali del centro, che aiuteranno nella relazione con il paziente.

 “Sulla Via dei Ricordi“, questo il nome del progetto, nasce  al doppio scopo di sollecitare le capacità relazionali compromesse da alcune patologie degenerative che colpiscono gli anziani ed educare gli ospiti al concetto di benessere animale. Un percorso terapico in 10 sedute da 50 minuti, una a settimana, che accompagnerà gli utenti in un percorso sperimentale di integrazione sociale graduale. Il progetto prevede due gruppi di lavoro di 10 pazienti e la realizzazione di un videodocumentario finale, nel quale sarà data prova del recupero delle abilità mnemoniche e delle capacità relazionali di chi ha scelto di partecipare.

“Non sarà una semplice parentesi – ha promesso don Fabio nel corso della conferenza di presentazione dell’iniziativa, sabato 25 ottobre, in cui sono stati spiegati ai parenti tutti i dettagli dell’iniziativa.

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità / Sociale // Scritto da Serena Ferrara // 26 ottobre 2014