PERCHE’ MORIRE A-MMAZZATE? IERI LA MANIFESTAZIONE CONTRO FEMMINICIDIO E VIOLENZA SULLE DONNE

Attualità // Scritto da Fabrizio Ardito // 27 ottobre 2013

PERCHE’ MORIRE A-MMAZZATE? IERI LA MANIFESTAZIONE CONTRO FEMMINICIDIO E VIOLENZA SULLE DONNE


manifestazione contro violenza donne 1

Una delle ultime leggi varate dal governo Letta riguarda le aggravanti imposte a chi uccide o usa violenta su una donna. Ma questo è solo il primo passo da fare, perchè c’è ancora molta strada da fare. Questo era il messaggio di ieri nella manifestazione contro il femminicidio e la violenza sulle donne, durante la quale sono state lette alcune delle storie di violenza contro le donne tratte dalla raccolta “Ferite a morte” di Serena Dandini.

manifestazione contro violenza donne 4Centotredici donne uccise in Italia in meno di un anno, di cui 73 dal proprio partner. Un’emergenza contro cui bisogna vincere una battaglia lottando con più forza anche perchè in Italia, fino al 1981, era in vigore il “delitto d’onore”: fino a quell’anno la nostra legislazione prevedeva una pena lieve per chi uccideva una donna che aveva leso l’onore dell’uomo, con una sanzione prevista dai 3 ai 7 anni (per intenderci, la stessa che si dà a chi dà fuoco ad un motorino, ndr).

Presenti sul posto tanti rappresentanti delle forze politiche, così come Antonio Speranza, presidente dell'”Osservatorio Nazionale Duchessa Lucrezia Borgia – Centro Studi e Ricerche sulle Violenze Psicologiche”.

I dati della violenza contro le donne: 2061 i femminicidi in italia nel decennio 2001-2011 (ovvero circa il 31% degli omicidi totali), le cui vittime sono tra i 25 e i 54 anni. 7 femminicidi su 10 avvengono in ambito domestico.

I dati della violenza contro le donne: 2061 i femminicidi in italia nel decennio 2001-2011 (ovvero circa il 31% degli omicidi totali), le cui vittime sono tra i 25 e i 54 anni. 7 femminicidi su 10 avvengono in ambito domestico.

Fabrizio Ardito

Chi è Fabrizio Ardito

Giornalista pubblicista dal 2012, è studente di Marketing e Comunicazione. E' l'ispiratore dello spazio web del giornale cartaceo (all'inizio per l'allora Diretta Nuova, ora Bisceglie in Diretta), di cui è stato responsabile. Tra i suoi interessi ci sono la Politica, la Comunicazione, la Statistica, l'Astronomia e l'Informatica. Attualmente è redattore di Bisceglie in Diretta.




Attualità // Scritto da Fabrizio Ardito // 27 ottobre 2013