PER CARNEVALE L’ANTEAS INCANTA IL PUBBLICO. SUCCESSO PER ”RIPENSANDO A BIANCANEVE”

Attualità / Eventi // Scritto da Grazia Pia Attolini // 28 febbraio 2014

PER CARNEVALE L’ANTEAS INCANTA IL PUBBLICO. SUCCESSO PER ”RIPENSANDO A BIANCANEVE”


Ripensando a Biancaneve

Ripensando a Biancaneve

Quando la solidarietà si fa gioia

Ricco il calendario delle iniziative di soci e volontari dell’Anteas (Associazione Nazionale Tutte le Eta Attive per la Solidarieta) in occasione del Carnevale.

A conferma della dinamicità del gruppo  un’ulteriore rappresentazione di animazione a favore della cittadinanza, in particolare di coloro che poco spesso hanno motivi per gioire: dopo gli appuntamenti musicali del 21 e 24 febbraio presso le case di riposo Veneziani e Santa Caterina, mercoledi 26, presso l’ auditorium della parrocchia S. M. di Costantinopoli si é tenuto un piccolo spettacolo dal titolo “Ripensando a Biancaneve…”, farsa-parodia liberamente ispirata alla fiaba dei fratelli Grimm.

Tutto è partito da un’idea di una socia, la signora Pina Polaro Bufi, che ha immaginato una variante della storia di Biancaneve, scrivendo la sceneggiatura e curando la regia e coinvolgendo poi per la parte musicale la prof.ssa Luisa Rana che dirige il coro delle associate. Presenti tutti i personaggi della storia classica: Biancaneve, la strega cattiva, il principe, i 7 nani; non è mancato  il malefico sortilegio di cui è vittima la principessa che, a sorpresa, viene constato dal medico (questo si, personaggio inedito); inedita anche la bontà dell’ultimo nanetto che scioglie l’incantesimo e permette di tornare in vita Baincaneve. Antagonista, come da tradizione, è la strega, che conclude con un’espressione dialettale, lei che si atteggia a gran dama, riconoscendo che tutte le sue arti non sono valse a niente.

Entusiasta il  pubblico che ha molto apprezzato con grandi applausi.

ringraziamenti finali della presidente prof. Maria Luisa Di Bari

ringraziamenti finali della presidente prof. Maria Luisa Di Bari

La presidente, prof. Maria Luisa Di Bari, nel presentare il piccolo spettacolo, inteso come una occasione di divertimento e di evasione al quale le signore con grande senso di umorismo si sono prestate, ha ricordato come l’animazione, l’esprimersi attraverso il gioco sia una delle peculiarità dell’uomo,  perché, come dicevano i filosofi, l’uomo é fondamentalmente ludens per natura.

Ecco  le forme di comunicazione scelte dall’associazione si dimostrino vincenti:  musica e animazione rappresentano un’opportunità per prendersi cura di sè, attraverso quella che potremmo definire  la “terapia del buon umore”, perchè sollecita dinamiche relazionali, rinforza l’autostima e distrae da pernsieri negativi e tonifica l’umore, regalando il senso di benessere.

Grazia Pia Attolini

Chi è Grazia Pia Attolini

Giornalista pubblicista, laureata in Lettere moderne, sta completando gli studi universitari in Filologia Moderna. Attualmente è in Servizio Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Protezione Civile e si occupa di comunicazione, social media, stampa, diffusione della conoscenza. Redattrice di Bisceglie in Diretta dal 2010, ha ricoperto anche la carica di segretario di redazione. Ha collaborato con Radio Centro e si occupa della presentazione di eventi e incontri culturali. Responsabile della comunicazione dell'associazione Giovanni Paolo II, intervista personalità di spicco del Vaticano, del mondo dello spettacolo e della società civile. Attiva nel sociale e nel volontariato, è anche capo scout.




Attualità / Eventi // Scritto da Grazia Pia Attolini // 28 febbraio 2014