“Pellicole di vita”: il corto sull’anoressia della Battisti – Ferraris vince il premio DCL

Cultura / Sociale // Scritto da Serena Ferrara // 16 marzo 2016

“Pellicole di vita”: il corto sull’anoressia della Battisti – Ferraris vince il premio DCL

La premiazione si è svolta in occasione della Giornata Nazionale dei Disturbi del Comportamento Alimentare

Sono i ragazzi della 3ªA e della  3ªP della Battisti-Ferraris, autori e protagonisti del cortometraggio “Il peso di una bugia”, i vincitori della prima edizione di “Pellicole di Vita”. 

La giuria del concorso di cortometraggi dedicati ai disturbi alimentari, presieduta dal giovane Francesco Sinigaglia e composta dal nutrizionista Stefano Coratella e dal direttore dell’Accademia delle Belle Arti di FoIMG_20160315_202837ggia Pietro Di Terlizzi, ha scelto, su quattro lavori finalisti, di premiare la storia di Alex, che, dopo una delusione amorosa, si è lasciato morire di anoressia.

Il lavoro – del tutto amatoriale – ha meritato, per densità dei contenuti e forza delle idee espresse, il premio di 500 euro (più 300 euro alla scuola di appartenenza) che la Fondazione DCL (Donare – Condividere – Liberare) presieduta da Lucia Di Ceglie, ha consegnato agli studenti il 15 marzo in occasione della Giornata Nazionale dei Disturbi del Comportamento Alimentare.

Una storia, quella raccontata dai ragazzi con efficacia, che potrebbe essere la storia di tanti, se non ci fossero iniziative di sensibilizzazione come quella ideata, finanziata e promossa dalla DCL.

IMG_20160315_202152

L’intervento del sindaco Francesco Spina

Tanti – lo hanno rivelato gli stessi studenti agli esperti Sonia Storelli (pediatra), Elisa Colamartino, (educatrice professionale), Mauro Di Molfetta (psicologo clinico) Rosalia Gentile (psicologa) che nei mesi hanno portato avanti il percorso educativo nelle scuole  – sono gli adolescenti che, anche a Bisceglie, inciampano nel dolore di un disturbo del comportamento alimentare. I dati lo dimostrano: la Puglia, su 2 milioni di casi in Italia, detiene il triste primato di DCA. Ma di queste malattie non se ne parla, se non nel corso di simposi e conferenze che poco hanno a che fare con gli adolescenti. “Pellicole di vita” invece si è rivolto a loro: agli oltre 500 alunni appartenenti delle Scuole Secondarie di I Grado della città.

«Progetti come questo – ha spiegato il sindaco Francesco Spina, intervenuto in rappresentanza dell’amministrazione comunale che ha patrocinato l’evento – meritano di essere portati avanti nel tempo, perché non è facile educare i ragazzi ad un approccio sereno al cibo e alla forma fisica. Dobbiamo far capire loro che la felicità è in un rapporto corretto e solidale con gli altri, non nell’isolamento che ci si impone per aderire ad un modello di forma fisica o per sottrarsi ad un problema affettivo».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Cultura / Sociale // Scritto da Serena Ferrara // 16 marzo 2016