PELLEGRINO, SCONFITTA CHE BRUCIA AL TIE-BREAK CON L’AUSTRALIANO MOUSLEY

Sport // Scritto da Vito Troilo // 21 maggio 2014

PELLEGRINO, SCONFITTA CHE BRUCIA AL TIE-BREAK CON L’AUSTRALIANO MOUSLEY


Andrea Pellegrino

Andrea Pellegrino

Mousley (12) b. Pellegrino 6-7 (t. 9-11), 6-2, 7-6 (t. 7-2)
Durata match: 2h e 42′ (1h e 11′, 29′, 1h e 2′)
Mousley: aces 1, doppi falli 3, palle break vinte 6/12, punti vinti 54%, prima di servizio 59%.
Pellegrino: aces 1, doppi falli 4, palle break vinte 4/10, punti vinti 46%, prima di servizio 60%.

Questa volta la sconfitta brucia. Andrea Pellegrino è andato vicinissimo all’impresa di eliminare il numero 18 del mondo, l’australiano Bradley Mousley, al secondo turno del torneo di singolare maschile del 55° trofeo Bonfiglio di Milano.

Il tennista biscegliese, 17 anni, ha ceduto al tie-break del terzo set dopo una lunga battaglia di quasi tre ore col più quotato avversario, nato nel 1996. Strappato con la forza dei nervi un primo set equilibratissimo (vinto 11-9 al tie-break), Andrea Pellegrino ha pagato la fatica nella seconda partita, persa 6-2. Nel terzo e decisivo parziale equilibrio fino al 5-3 per l’azzurro, che ha anche servito per il match senza riuscire a chiudere. Nel tie-break l’australiano ha fatto valere la maggiore esperienza (7-2).

Un vero peccato per il giocatore cresciuto nello Sporting Club Bisceglie, attualmente al numero 78 del ranking Itf, che vincendo si sarebbe assicurato almeno 50 punti più i bonus derivanti dall’approdo agli ottavi di finale di un torneo Grade A. I 30 punti relativi all’eliminazione nei sedicesimi lasciano immutato lo score di Andrea Pellegrino, che lunedì rimarrà a quota 352.5 punti.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 21 maggio 2014