PELLEGRINO NON SI FERMA PIÙ: SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA

Sport // Scritto da Vito Troilo // 24 luglio 2016

PELLEGRINO NON SI FERMA PIÙ: SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA

Sconfitto l’argentino Coria nella finale del Futures di Gubbio

Fantastica affermazione di Andrea Pellegrino, vincitore del torneo Itf Futures di Gubbio (montepremi 10000 dollari). Il 19enne biscegliese ha confermato di essere in una fase di maturazione e crescita molto probabilmente decisiva, che potrebbe consentirgli di scalare altre centinaia di posizioni nel ranking Atp.

L’argentino Federico Coria, 24 anni e numero 343 della classifica mondiale, ha lottato nel primo parziale, rientrando dal perentorio 3-0 messo a segno dal tennista allenato da Gabrio Castrichella con quattro games consecutivi (4-3). Pellegrino, implacabile, ha strappato per la terza volta il servizio all’avversario chiudendo il set sul 7-5 in 53 minuti.

Decisamente meno combattuta la seconda frazione, dominata dal biscegliese: 5-0 con altri due break. Lasciato un solo gioco al contendente, Pellegrino ha servito per il match e si è imposto 6-1, prolungando l’imbattibilità a dieci incontri. Lunedì il nuovo ranking internazionale e la possibilità di salire di almeno 150 posti dall’attuale 692. Due Futures consecutivi vinti, forse, meriterebbero una wild card per le qualificazioni in un torneo Challenger, magari quello di Cortina…

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 24 luglio 2016