PD, Boccia apre a Giorgia Preziosa e Pierpaolo Pedone

Politica // Scritto da Vito Troilo // 9 marzo 2016

PD, Boccia apre a Giorgia Preziosa e Pierpaolo Pedone

Riferimento chiaro del presidente della Commissione bilancio della Camera ai due consiglieri comunali «staccatisi già da tempo dall’esperienza politica della maggioranza»

Francesco Boccia conferma la sua linea di apertura del Partito Democratico alle espressioni civiche del territorio. Il presidente della Commissione bilancio della Camera, prendendo spunto da quanto dichiarato congiuntamente dai consiglieri regionali dem Ruggiero Mennea e Filippo Caracciolo, si sofferma sull’esempio di Trani (con l’elezione di un primo cittadino esterno al partito come Amedeo Bottaro) e volge lo sguardo verso Giorgia Preziosa e Pierpaolo Pedone, i due «consiglieri comunali biscegliesi staccatisi già da tempo dall’esperienza politica della maggioranza».

Pierpaolo Pedone

Pierpaolo Pedone

Terza classificata, con 265 preferenze, nella lista civica “Bisceglie sviluppo” guidata da Gianni Abascià, Giorgia Preziosa è subentrata al primo degli eletti del suo stesso contrassegno successivamente divenuto assessore. I 283 voti conseguiti per “Noi riformatori” hanno permesso a Pierpaolo Pedone di diventare consigliere in seguito alla nomina di Vittorio Fata, primo nella lista più suffragata di tutta la coalizione, a vicesindaco.

Sostenitori, pur senza eccessivi entusiasmi, di una maggioranza che nella massima assise cittadina non ha praticamente mai preso la parola per analizzare provvedimenti o anche soltanto allo scopo di controbattere agli interventi degli esponenti di opposizione, Preziosa e Pedone hanno abbandonato polemicamente il gruppo “Democratici e Popolari” a distanza ravvicinata ma per motivazioni differenti, ritrovandosi improvvisamente fra i banchi della minoranza: l’una forse per l’emergere di contrasti con altri componenti della squadra, l’altro per solidarietà nei confronti di Vittoria Sasso, alla quale Spina, commettendo un errore di cui si è pentito dopo tre secondi, ha revocato l’incarico di assessore, mettendo per una volta tutti d’accordo, da destra a sinistra, sull’assurdità e la scarsa lungimiranza dell’atto compiuto.

L’astuta apertura pubblica di Francesco Boccia verso due espressioni del civismo che peraltro non hanno mai attaccato il Partito Democratico e mai sono stati avversati dagli esponenti del PD è un’operazione che i più scafati osservatori avevano immaginato il parlamentare biscegliese potesse compiere. L’ingresso di Francesco Spina nel partito appare ormai una pura formalità ma la vera partita da giocare, una volta avvenuto, sarà sui rapporti di forza interni e non è escluso che qualcuno, anche dentro l’attuale maggioranza, possa aver pensato di utilizzare il sindaco come “cavallo di Troia” per entrare nel PD e poi fare di testa sua.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 9 marzo 2016