PALAZZO FIORI, LA SOPRINTENDENZA: “SI AVVII L’ESPROPRIO PER FINI STRUMENTALI”

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 21 gennaio 2014

PALAZZO FIORI, LA SOPRINTENDENZA: “SI AVVII L’ESPROPRIO PER FINI STRUMENTALI”


Palazzo Fiori - si all'abbattimento del muro

Palazzo Fiori – si all’abbattimento del muro

Quando l’associazione Puglia Scoperta iniziò a pestare i piedi sulla questione di Palazzo Fiori, evidentemente sapeva il fatto suo. Perché, nonostante le tiepide prese di posizione di politici e amministratori, nonostante la convinzione che l’esproprio fosse operazione ingiustificabile da parte del Comune nei confronti del privato titolare del box che oscura la vista della villa secentesca, la Regione prima, la Soprintendenza e il Ministero delle Attività Culturali e del Turismo poi (VEDI ARTICOLO QUI ), hanno spiegato che l’esproprio non solo è fattibile, ma auspicabile.

La nota inviata dal Soprintendente Buonomo al Sindaco Spina, è del resto inequivocabile. Si tratta di un vero e proprio invito al primo cittadino, ad avviare il procedimento di esproprio per fini strumentali (art 96 e 98 del codice dei beni culturali) per il box ed il muro posticci che oscurano il monumento, “esempio di villa settecentesca di stile tardo barocco napoletano e come tale meritevole di adeguata visibilità”.

“Chiediamo al Sindaco una risposta, – spiega laconicamente l’associazione – una risposta che vada nella direzione della soluzione della istanza posta da questa Ass.ne e sottoscritta da 2226 cittadini“.

 

LA LETTERA DEL SOPRINTENDENTE:

LETTERA SOPRINTENDENZA 1LETTERA SOPRINTENDENZA 2

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 21 gennaio 2014