Ospedale di Bisceglie: si perdono 8 posti letto, traballa il Reparto Medicina

Attualità / Sociale // Scritto da Serena Ferrara // 1 giugno 2014

Ospedale di Bisceglie: si perdono 8 posti letto, traballa il Reparto Medicina


L'ospedale civile di Bisceglie

L’ospedale civile di Bisceglie

Meno otto posti letto da subito per il reparto Medicina del Nosocomio Vittorio Emanuele II di Bisceglie.

Cosa ne sarà dei pazienti? A porsi la domanda, sono tutti i cittadini, all’indomani di una notizia che ha scosso il mondo della politica locale e che continuerà a far parlare di sé nei prossimi giorni.

Il reparto non rischia la chiusura – comunica la direzione generale della Asl Bat, – perché sarà avviato un piano di emergenza estivo che tenterà di arginare le emorragie, tenendo in piedi la struttura. Quanto al “poi”, invece, è tutta una battaglia da giocarsi sui tavoli istituzionali.

L’emergenza è scattata all’indomani della scadenza dei contratti a tempo determinato di otto unità di personale impiegate presso il Vittorio Emanuele II e già pronti al trasloco. Il mancato rinnovo dei contratti, a tutta prima, pare legato al blocco delle assunzioni: nel piano Regionale della Sanità per il 2014, sono previste 800 stabilizzazioni, ma nessuna riguarda la Asl Bt. L’urgenza della Regione, intuiamo, è  quella di porre un tampone alla “vertenza precari” che il sindacato USPPI ha attivato da oltre 3 anni  nei confronti della ASL di Bari, in seguito all’utilizzo abusivo del contratto a tempo determinato. L’approssimarsi della sentenza della Corte Europea, prevista entro l’anno, rendeva improrogabile un’azione.

Se il reparto Medicina chiudesse, tuttavia, la prima a pagarne le spese, sarebbe la Regione Puglia: oltre al rischio di sovraffollamento di altri reparti di reindirizzamento dei pazienti, si correrebbe anche quello di una nuova serie di costi extra dovuti alla mobilità passiva (e non desiderata) di chi tenterà di curarsi a Bisceglie ma sarà spedito altrove.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità / Sociale // Scritto da Serena Ferrara // 1 giugno 2014