Operazione “Countdown”, 13 denunciati. Filiera della pesca al setaccio di Capitaneria e Uffici locali marittimi

Cronaca // Scritto da Vito Troilo // 13 gennaio 2017

Operazione “Countdown”, 13 denunciati. Filiera della pesca al setaccio di Capitaneria e Uffici locali marittimi

Elevate 35 sanzioni per un importo complessivo di 73mila euro

La Capitaneria di porto di Barletta, in collaborazione con gli Uffici locali marittimi di Bisceglie, Trani e Margherita di Savoia, ha concluso l’operazione “Countdown”, finalizzata al controllo delle filiera della pesca e del consumatore finale durante il periodo natalizio, nel quale è più intenso il consumo di prodotti ittici sulle tavole della regione.

I militari hanno dedicato tutto il mese di dicembre alla complessa attività di contrasto alla vendita ambulante di pesce e al controllo di tutta la filiera della pesca, eseguendo 175 controlli sia sulla terraferma che via mare, con i mezzi e le motovedette disponibili, presso venditori ambulanti ed esercizi commerciali (della grande e piccola distribuzione), tra cui pescherie, mercati ittici, ristoranti e unità da pesca di stanza nei sorgitori ricadenti sotto la giurisdizione del Compartimento marittimo di Barletta.

La repressione della vendita ambulante ha caratterizzato il 53% dell’attività condotta: due sequestri su tre hanno riguardato questo tipo di illecito, incentivato dalla sfavorevole congiuntura economica. Spesso, peraltro, il pesce venduto per “fresco”, in realtà è prodotto precedentemente congelato e, successivamente, scongelato in acqua di mare. La vendita abusiva di prodotto ittico danneggia l’economia locale, andando a danno di tutti gli operatori, dalle imprese di pesca alle piccole pescherie, che garantiscono più elevati standard di qualità e igiene alimentare.

I controlli eseguiti presso gli esercizi commerciali dediti alla vendita al dettaglio hanno evidenziato una situazione di sostanziale regolarità. Nel complesso, sono stati elevati 35 verbali amministrativi per un totale di 73 mila euro di sanzioni comminate e 180 kg di prodotto ittico sequestrato; sono state contestate 13 notizie di reato ad altrettanti soggetti regolarmente identificati e deferiti all’Autorità Giudiziaria di Trani. Sequestrato, in totale, 387.5 kg di prodotto ittico detenuto in cattivo stato di conservazione.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Cronaca // Scritto da Vito Troilo // 13 gennaio 2017