Omicidio in strada a Giovinazzo. Indagano i Carabinieri della Compagnia di Molfetta

Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 25 marzo 2015

Omicidio in strada a Giovinazzo. Indagano i Carabinieri della Compagnia di Molfetta


La vittima è un 22enne, Gaetano Spera. Gli uomini del capitano Vito Ingrosso al lavoro insieme al Settore Investigazioni Scientifiche per risalire al movente e al responsabile

Omicidio efferato, intorno alla mezzanotte di martedì, in vico I corso Principe Amedeo, una stradina non molto distante da piazza Garibaldi e dalla villa comunale di Giovinazzo.

Il 22enne Gaetano Spera è stato barbaramente freddato con sette colpi di pistola, una calibro 9×21, sei dei quali sono andati a segno al torace e uno alla testa. Un’esecuzione in piena regola, secondo gli inquirenti accorsi sul posto unitamente ai Carabinieri della Compagnia di Molfetta e della stazione di Giovinazzo, che hanno subito avviato le indagini. Le forze dell’ordine e gli investigatori battono con decisione gli ambienti vicini allo spaccio di sostanze stupefacenti, ritenendo che la pista più accreditata per individuare il movente di questo assassinio sia un regolamento di conti.

Il giovane assassinato era già noto agli archivi dei Carabinieri benché non avesse mai riportato alcuna condanna penale. I militari della Compagnia di Molfetta, guidati dal capitano Vito Ingrosso, sono al lavoro per risalire ai motivi che avrebbero spinto il killer ad agire.

ESECUZIONE IN TARDA SERATA. LE INDAGINI DEI CARABINIERI

Il crimine è stato compiuto in una tarda serata fredda e piovosa. Quasi tutti i negozi della zona erano già chiusi da ore e quei pochi passanti, concentrati soprattutto in piazza Garibaldi, hanno sostenuto di non aver visto nulla, al limite di aver sentito solo i colpi di pistola. Gli uomini della Sezione Investigazioni Scientifiche dell’Arma dei Carabinieri hanno delimitato la zona, effettuato i primi rilievi sul corpo della vittima e disposto controlli attraverso l’acquisizione dei filmati della telecamere di videosorveglianza presenti nel tratto.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 25 marzo 2015