NON PIU’ SOLO VOLONTARI MA ANCHE PROFESSIONISTI: NASCE “MISER BISCEGLIE SRL”

Attualità // Scritto da La Redazione // 20 agosto 2013

NON PIU’ SOLO VOLONTARI MA ANCHE PROFESSIONISTI: NASCE “MISER BISCEGLIE SRL”


Un progetto ambizioso ma che prende le mosse dalla constatazione di una realtà ormai cambiata. I volontari del soccorso “Misericordia”, affiancano all’associazione una vera e propria impresa sociale, allargando anche il  campo di intervento.  L’associazione di Volontariato resterà tale per tante altre attività quali servizio 118, manifestazioni ludico-sportive e Religiose mentre la MISER BISCEGLIE S.R.L. gestirà tutte le altre attività che richiederanno una presenza garantita e costante nel tempo. Le ragioni che hanno portato alla nascita di questa realtà e le attività che si prefigge di svolgere sono illustrate in un comunicato che riceviamo e di seguito pubblichiamo.

ambulanza-pronto-soccorsoSi costituisce a Bisceglie una nuova Impresa Sociale. In data 18.7.2013, infatti, la locale Confraternita di Misericordia, in qualità di Socio Unico, ha creato la “MISER BISCEGLIE SRL”.

Detta Società nasce con due precipue finalità. La prima sarà quella di ampliare il campo d’intervento e di migliorare tutti quei servizi offerti alla cittadinanza allo stato non più gestibili sotto l’aspetto legale-amministrativo dall’Associazione che ha, nel tempo, visto aumentare in maniera esponenziale responsabilità e compiti. La Seconda,  conseguenziale alla prima,    sarà quella di garantire a tutti quei volontari che da anni operano con sacrificio e spirito di solidarietà un posto di lavoro che, sia pur con contratto part-time, darà loro un giusto riconoscimento all’impegno profuso. Allo stato, sia pur con alti oneri, si prevede di assumerne dieci.

Nel dettaglio corre comunque l’obbligo di rimarcare alcuni degli aspetti sopracitati. Al mondo del Volontariato, col passar degli anni, sono state progressivamente devolute attribuzioni e richieste prestazioni non più garantite dal Servizio Sanitario Nazionale; ciò ha comportato un impiego non più saltuario e marginale degli operatori ma a tempo pieno. In sintesi non più volontari occasionali ma professionisti veri dal lunedì alla domenica e per tutto l’arco giornaliero.

Per quanto riguarda l’ampliamento dei servizi la SrL prevede di attivarne diversi. Fra i più significativi vanno menzionati:

– la costituzione e la gestione di strutture residenziali e semiresidenziali e di servizi anche domiciliari per l’assistenza a persone diversamente abili, con parziale o totale non autosufficienza;

– assistenza sanitaria specialistica ed infermieristica anche per malati terminali;

– la gestione di strutture sanitarie per accertamenti specialistici, diagnostici e strumentali anche in forma di ricovero;

– la gestione di nidi d’infanzia, asili nido e scuole materne;

– la costituzione e la gestione di strutture residenziali e semiresidenziali e di servizi per l’assistenza a persone immigrate;

– la realizzazione e la gestione di centri e strutture per attività sportive;

– raccolta differenziata e raccolta, stoccaggio e smaltimento rifiuti, assistenza biomasse;

– la costituzione e la gestione di strutture per il benessere fisico e di poliambulatori specialistici., e tant’altro. L’Impresa sociale intende anche avvalersi di lavoratori disabili e svantaggiati secondo la vigente legislazione.

Il fatto poi che l’Impresa dovrà farsi carico di pagare mensilmente degli stipendi ai propri dipendenti non graverà più di tanto sulle tasche dei cittadini. Un esempio per tutti: un trasporto sanitario, che pur prevederà una precisa tariffa ed il rilascio di una ricevuta fiscale, costerà in media quanto l’oblazione che fino ad oggi ci viene volontariamente  riconosciuta dagli utenti. La richiesta di denaro, sia pur contenuta non sarà agli inizi, ce ne rendiamo conto, favorevolmente accettata e compresa nella sua complessità ma, la Misericordia se ne fa garante,  costituirà un’ulteriore stimolo a profondere serietà e professionalità.

Va da se che non si potranno ottenere soddisfacenti risultati se al conseguimento degli stessi non concorreranno sinergicamente altri attori del sistema sociale. In particolare si confida sulla collaborazione dell’Amministrazione Comunale, dell’Azienda Sanitaria BAT,  della Regione, della provincia e di altri Enti preposti alla salvaguardia della salute e del Welfare.

Coloro che si accingono alla realizzazione, anche parziale, dei progetti sopra menzionati ci credono tanto e si impegneranno con tenacia, sicuri di ottenere soddisfacenti risultati. In altre zone d’Italia Imprese sociali similari sono riuscite in queste opere oltre ogni lecita speranza, in un paese come il nostro non possiamo essere da meno.




Attualità // Scritto da La Redazione // 20 agosto 2013