NETTUNO-AQUILE 4-7 | Biancazzurri, a corto di rotazioni, sconfitti nel derby

Sport // Scritto da Vito Troilo // 7 novembre 2015

NETTUNO-AQUILE 4-7 | Biancazzurri, a corto di rotazioni, sconfitti nel derby


Generosa prova del collettivo del presidente Tonio Papagni, cui non sono bastati la tripletta di Goffredo e il gol del bomber Arcieri

Nettuno Bisceglie-Aquile Molfetta 4-7

Nettuno Bisceglie: Gangai, Dell’Olio, Pasquale, Goffredo, Di Clemente, Drapni, Ricchitelli, Arcieri, Lamanuzzi, Landriscina, Di Molfetta. Allenatore: Bartolo Sasso.
Aquile Molfetta: Stasi, Barbolla, De Scisciolo, Gadaleta, Minervini, Cirillo, Colangelo, Bufi, Amato, Panunzio. Allenatore: Nicolò Allegretta.
Arbitri: Plutino di Foggia, Bottalico di Bari.
Reti: 2° Gadaleta, 5° Arcieri, 12° De Scisciolo, 18° Barbolla, 30° Gadaleta, 41° Goffredo, 46° Gadaleta, 50° Cirillo, 54° Goffredo, 56° Goffredo, 61° Mariano.
Note: spettatori 200. Ammoniti: Ricchitelli, Di Clemente.

Tre punti alle Aquile, un pugno di mosche non senza rimpianti per il Nettuno, nuovamente sconfitto fra le mura amiche del Centro Sportivo Aurora. Il derby del nono turno della Serie C1 di calcio a 5 non ha tradito le aspettative del numeroso pubblico presente: tanto sano agonismo sul rettangolo di gioco.

Primo acuto significativo dei biancorossi ospiti, subito a segno con Gadaleta, lesto ad approfittare di una disattenzione del team di casa in fase d’impostazione. Il pari è stato firmato al quinto dal bomber Emanuele Arcieri, imbeccato da Drapni. Lo stesso calcettista di origine albanese ha più volte impegnato l’ottimo estremo molfettese Stasi: prima botta messa in corner al 10°, cui è seguita la rete dell’1-2, contestata dal pubblico biscegliese per un presunto tocco di mani che avrebbe viziato l’azione poi chiusa da un tap-in di De Scisciolo.

Replica Nettuno con Christian Ricchitelli: destro deviato in corner da Stasi, protagonista anche su una conclusione al volo del capitano Michele Landriscina (14°). Una bella girata di Ricchitelli su rinvio con le mani di Gangai è terminata alta mentre le Aquile hanno dimostrato maggiore lucidità e un pizzico di cinismo in più vicino alla porta siglando il tris con Barbolla. Due tentativi di Drapni hanno ancora una volta esaltato i riflessi del portiere biancorosso, che si è successivamente salvato, con l’aiuto del palo, su Goffredo. Triplo intervento di Stasi sul finire della frazione e poker biancorosso sul capovolgimento di fronte, ancora con Gadaleta. Il severo passivo ai danni della compagine allenata da Bartolo Sasso avrebbe potuto assumere contorni più modesti all’intervallo ma nel recupero Emanuele Arcieri ha scagliato fuori un tiro libero.

Apertura di ripresa contrassegnata dal forcing del Nettuno, lodevolmente proteso nel provare a riaprire il match: Goffredo e Arcieri, sugli scudi, non sono stati aiutati dalla fortuna. Una puntata di Luciano Goffredo ha ridotto le distanze fra le due compagini e poco dopo un tap-in di Drapni destinato a finire in fondo al sacco è stato respinto da un giocatore avversario sulla linea di porta. Gran botta di Cirillo a metà frazione e pallone sul palo; contropiede micidiale dei viaggianti e rete del 2-5 marcata da Gadaleta. Piero Lamanuzzi ha lasciato il campo per un risentimento muscolare al 49° e un giro di lancette più tardi Cirillo, invitato da De Scisciolo, ha di fatto chiuso i giochi. Due orgogliose zampate del mai domo Luciano Goffredo hanno lasciato qualche timida possibilità ai biancazzurri ma nel recupero il giovane Mariano ha messo a segno il suo primo gol in C1 fissando il punteggio sul 4-7.

Le assenze dell’infortunato Mauro De Feudis (guai al ginocchio) e degli squalificati Sergio De Cillis e Francesco Salerno hanno inevitabilmente pesato sull’andamento della gara. Il Nettuno dovrà ricorrere al mercato per rafforzare l’organico. Il presidente Tonio Papagni ha annunciato, nel dopogara, l’arrivo a dicembre di Gerry Lavolpicella, in uscita dal Santos Club e la possibilità di intervenire con almeno un altro innesto.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 7 novembre 2015