Nettuno a Ostuni per fare risultato e avvicinarsi alla salvezza

Sport // Scritto da Vito Troilo // 4 marzo 2016

Nettuno a Ostuni per fare risultato e avvicinarsi alla salvezza

Biancazzurri decisi a festeggiare in anticipo la permanenza nella massima serie regionale di calcio a 5

Tabelle di marcia? Sbagliato farne a cinque giornate dal termine della prima fase del massimo campionato pugliese di calcio a 5. Il Nettuno, del resto, ha stravolto tutti calcoli: per quasi tutti già spacciato dopo 12 giornate (penultimo con appena otto punti in classifica), l’organico di mister Bartolo Sasso, opportunamente ritoccato e migliorato, ha conquistato 25 punti nelle successive 13 gare, vincendo otto volte. Un cammino degno delle squadre che lottano per i playoff, quello dei biancazzurri del patron Tonio Papagni.

Il confortante 6-6 dello scorso 21 novembre (link all’articolo) è il precedente nel girone d’andata del confronto con l’Olympique Ostuni, terzo in classifica a quota 44, che avrà inizio alle ore 18:00 di sabato 5 marzo sul parquet del PalaGentile; un campo delle dimensioni ridotte e per questo congeniali a bomber Emanuele Arcieri e soci, che sul sintetico del Centro Sportivo Aurora hanno costruito gran parte delle proprie fortune, imponendosi per sei volte ma le cui velleità di affrettare i tempi per festeggiare la salvezza passano inevitabilmente dal rendimento esterno (del resto non disprezzabile, considerate le quattro vittorie lontano da casa). Nettuno annunciato al gran completo mentre il giudice sportivo del comitato regionale pugliese della Federcalcio ha fermato gli ostunesi Giancarlo Basile (per due turni) e Cosimo Boccardi (per una giornata), che non potranno perciò dare manforte ai loro compagni.

La direzione del match è stata affidata a Emanuele Antonio Signorile di Bari e Cristoforo Corsini di Taranto.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 4 marzo 2016