NAPOLETANO: ATTUARE SUBITO UNA PULIZIA STRAORDINARIA

Cronaca // Scritto da Giuseppe Rana // 24 giugno 2013

NAPOLETANO: ATTUARE SUBITO UNA PULIZIA STRAORDINARIA


Francesco Napoletano durante il comizio del 23 maggio 2013. Foto di Sofia La Notte

Franco Napoletano durante il comizio del 23 maggio 2013. Foto di Sofia La Notte

A seguito delle ultime vicende sull’igiene pubblica in città, Franco Napoletano ribadisce la necessità di una pulizia straordinaria della città di Bisceglie. In un comunicato, scrive:”Nel corso dell’ultima campagna elettorale amministrativa (per la verità, anche da molto prima), avevamo costantemente evidenziato la situazione di sporcizia diffusa che perdurava in ogni ambito della Città. Una situazione, perfino, al limite dell’emergenza igienico-sanitaria, in talune zone.

La mancanza di interventi di disinfestazione-deblattizzazione-derattizzazione, inoltre, non poteva che comportare quelle spiacevoli conseguenze che ognuno può vedere, specie in presenza della stagione estiva ormai arrivata.Una decisa pulizia della Città rappresenta un intervento strategico ed ineludibile, sia per la qualità della vita dei residenti, che in funzione turistica. 

Chiedevamo che il primo atto della nuova amministrazione comunale fosse quello di attuare una pulizia straordinaria della Città, compresi il porto, la litoranea e le spiagge. Da attuarsi con un rastrellamento di risorse comunali, che avrebbe consentito, tra l’altro,di offrire occasioni di lavoro. Prendo atto ed apprezzo che questa problematica sia al centro dell’attenzione del Sindaco rieletto, – prosegue Napoletano che bene fa a rendersi finalmente conto della gravità della situazione, anche con ispezioni notturne dirette. Presto? Non direi. Tardi? Certamente. Ma, adesso, ci interessa di più che il problema venga affrontato seriamente.

cassonetti colmi

cassonetti ricolmi – Foto di Giuseppe Rana

Non c’è dubbio che, oltre a pregresse responsabilità amministrative (e non solo del Sindaco: dov’erano, per esempio, gli assessori?), sembrano esserci delle precise responsabilità contrattuali dell’ente gestore e di chi per esso. Perchè la Città non viene pulita adeguatamente? Perchè i bidoni non vengono lavati e sono, spesso, non funzionali? Perchè la sporcizia intorno ai bidoni? Perchè non si organizza per davvero la raccolta differenziata? Pechè si organizza la raccolta al mattino presto, recando disturbo al riposo dei cittadini?

A tal proposito, bene farebbe il Comune a riflettere un attimo sugli inadempimenti, prima di corrispondere l’intero rateo contrattuale previsto. Ciò posto, poichè la campagna elettorale dovrebbe essere terminata, questo è il tempo dell’azione e della risoluzione dei problemi, per un pubblico amministratore. Di conseguenza, bisogna affrontare subito l’emergenza e, nel contempo, riorganizzare e dare continuità al servizio di igiene cittadina. Senza guardare in faccia a nessuno”.

Conclude, infine,sottolineando che: “Saremo attenti alla efficacia ed alla tempestività delle iniziative che saranno intraprese, mostrando interesse, in questa fase, più a come si risolvono i problemi che alla polemica politica. Siamo una forza di opposizione, ma ci sentiamo di essere anche una forza di governo ed intendiamo svolgere, se possibile, un ruolo costruttivo, qualora troveremo, più che in passato, la disponibilità al confronto ed all’ascolto delle proposte.

Pensiamo, infatti, che, su taluni importanti problemi cittadini, sia opportuno tentare uno sforzo comune, pur nel rispetto dei ruoli politici ed amministrativi. Prima i problemi cittadini e poi gli interessi di parte! Questa è la nostra cultura politica e questo ci chiedono i tanti elettori che ci hanno, comunque, gratificato del loro significativo consenso, per attuare un indispensabile processo di cambiamento che si impone in ogni caso, al di là di chi abbia vinto o perduto le elezioni”.




Cronaca // Scritto da Giuseppe Rana // 24 giugno 2013