San Silvestro-PD, Naglieri: «Boccia si impegnò per l’adeguamento della casa di riposo. Che reato è?»

Politica // Scritto da Serena Ferrara // 16 febbraio 2016

San Silvestro-PD, Naglieri: «Boccia si impegnò per l’adeguamento della casa di riposo. Che reato è?»


Ma quale reato è stato compiuto nell’aver assegnato “quota parte del Fondo di cui all’articolo 13, comma 3-quater, del decreto legge n. 112 del 2008, convertito, con modificazioni dalla legge n. 133 del 2008, come incrementato, da ultimo, dall’articolo 2, comma 48, dellalegge 23 dicembre 2009, n. 191, alle priorità di cui all’elenco 1?”, ovvero i fondi  per l’adeguamento della casa di riposo San Silvestro e la messa in sicurezza della chiesa omonima?
Se lo domanda Gianni Naglieri, all’indomani delle dichiarazioni del sindaco Francesco Spina relative al sempre più contorto caso del rapporto tra il primo cittadino e la stampa in relazione al suo tesseramento al PD.
Il caso è scoppiato quando un giornalista de L’Huffington Post ha “svelato” che Spina era indagato nel caso dell’asilo Gesù Fanciullo per tentata estorsione, pertanto non avrebbe potuto ottenere la tessera al Partito Democratico. Il sindaco rispondeva al giornalista dicendosi orgoglioso di averlo fatto per salvaguardare 22 posti di lavoro (LINK).
Poiché nel corpo del comunicato, Francesco Spina ricordava che il don che lo avrebbe denunciato è stato oggetto di finanziamenti statali, per intercessione dell’on. Boccia, Naglieri ci tiene a fare il punto della situazione, per evitare fraintendimenti.

 

«Questa storia, per come ci è stata amplificata dal diretto destinatario del probabile provvedimento giudiziario, potrebbe apparire, come dichiara il Segretario Regionale uscente del PD Michele Emiliano….una comica, una storia alla Peppone e Don Camillo di Guareschi.

A noi, invece, il panorama della parodia ci sembra più ampio per rientrare, invece, in un ventaglio più ampio compreso tra due opposti,da un lato IL TEATRO DELL’ASSURDO e dall’altro OGGI LE COMICHE.
Già, perchè, al netto degli accanimenti forcaioli che non ci sono mai appartenuti, appare assurdo e ridicolo ancor primache si conoscano ufficialmente gli effettivi interventi della Magistratura Tranese, che il Sig. Sindaco abbia dato libero sfogo al suo disappunto citando il potenziale capo di accusa, l’accusatore e lo strumento utilizzato per circostanziarla……..che valutazione dovrebbero trarne gli inquirenti? 
La cilegina sulla torta non poteva essere che l’On.le Francesco Boccia, tirato in ballo, anche questa volta dall’Avv. Francesco Spina, inopportunamente, visto che Bisceglie ricevette altri finanziamenti tra i quali lo stanziamento di 50.000euro per il restauro del Coro Ligneo della Concattedrale di San Pietro, di 50.000 euro per il Restauro della facciata della Chiesa di San Michele e, infine, di 100.000 euro per la riqualificazione delle “Pescare”, le antiche cisternepubbliche in Via La Marina.
E’ probabile, quindi, che se dovesse continuare a sentirsi punto gli verrà naturale pensare a qualche diabolico forcone,però, anche in questo caso gli ricorderemo il tempestivo intervento di FRANCESCO BOCCIA con il quale fu messo fine ai tre giorni di caos che stravolsero la città sotto gli occhi esterefatti ed impotenti di tutti, politici locali compresi.
Non intendendo soffermarci oltre il consentito sulla potenziale vicenda giudiziaria e stigmatizzando i toni usaticontro uno stimato uomo di chiesa, punto di riferimento di una importante comunità parrocchiale della città, è di tutta evidenza quanto fatti di questo genere riconducibili a gestioni amministrative sempre avversate e criticate dal PD di Bisceglie dimostrino come sia contro natura e pericoloso il tentativo di inclusione del gruppo politico riconducibile al Sig. Sindaco di Bisceglie e alla sua Amministrazione nel PD, certi, soprattutto, che tale iniziativa non potrebbe mai e poi mai sanare situazioni del passato e che l’ingresso nel PD non è pari alla dispensa di un confessionale per la REMISSIONE di ogni genere e specie di PECCATO».
Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Politica // Scritto da Serena Ferrara // 16 febbraio 2016