MONTERONI-AMBROSIA, IL PREGARA. MAGARELLI: “PUNTIAMO ALLA PRIMA VITTORIA FUORI CASA”

Sport // Scritto da Vito Troilo // 16 novembre 2013

MONTERONI-AMBROSIA, IL PREGARA. MAGARELLI: “PUNTIAMO ALLA PRIMA VITTORIA FUORI CASA”


Vito Magarelli (foto Domenico Tattoli)

Vito Magarelli (foto Domenico Tattoli)

Tutto lo sport biscegliese a portata di clic su Bisceglie in diretta
Aggiungi il link del sommario sportivo ai tuoi preferiti per avere la certezza di non perdere un solo articolo!
BISCEGLIE IN DIRETTA – TUTTI I COLORI DELLO SPORT LOCALE

Motivata, serena e fiduciosa. L’Ambrosia Bisceglie è pronta per il match di Monteroni (palla a due domenica alle ore 18:00) nel quale proverà a cancellare lo zero nella casella delle vittorie in trasferta nella Lega Adecco DNB.

Il dirigente Vito Magarelli traccia un bilancio del primo scorcio di stagione dei nerazzurri e fa il punto sul campionato.

“Il nostro inizio di campionato è stato contrassegnato da luci e ombre, dovute all’alternanza di prestazioni egregie con gare in cui la squadra ha un po’ lasciato a desiderare. Del resto eravamo consapevoli di avere costruito la squadra puntando sul percorso di crescita dei nostri atleti under. Il team è in fase di rodaggio e abbiamo pagato lo scotto della mancanza di malizia nelle partite fuori casa. Sono certo che raccoglieremo risultati soddisfacenti nei prossimi mesi”.

Non sfugge, a uno dei più attenti e importanti componenti dello staff dirigenziale nerazzurro, l’importanza del ruolo assunto dai giocatori più grandi di età nel percorso di maturazione del collettivo: “Ringrazio Andrea Storchi, Mauro Torresi e Roberto Cancellieri per la professionalità, l’intelligenza e l’onestà intellettuale con cui hanno sposato questo progetto” sostiene Vito Magarelli. “Il coach ha tutto il tempo e la serenità per dimostrare la bontà delle sue idee. Siamo molto tranquilli, qualche passaggio a vuoto dovuto all’età media bassa della squadra non ci spaventa”.

Il club nerazzurro confida nelle possibilità di espugnare il parquet del coriaceo Monteroni: “Speriamo di poter sfatare il tabù trasferta. I salentini sono avversari con i quali possiamo confrontarci a viso aperto. Una vittoria sarebbe l’ideale per riprendere il cammino con più serenità. Monteroni è un campo ostico con un pubblico numeroso, caldo e soprattutto competente. Ce la possiamo fare e del resto il precedente della passata stagione è incoraggiante (vittoria 60-71) è il pensiero del dirigente Ambrosia.

“Le prime sei giornate hanno rafforzato l’impressione di un campionato molto equilibrato. L’ottimo inizio di Agropoli è una piccola sorpresa positiva mentre mi hanno stupito le difficoltà incontrate da Scafati, che in ogni caso resta la squadra da battere. Malgrado la crisi economica tutte le 13 squadre del girone D si sono ben attrezzate. Faremo la nostra parte confidando magari in un ritmo favorevole” conclude Vito Magarelli.

Ambrosia al completo per la sfida sul parquet leccese. Monteroni, sulla cui panchina siede coach Gianluca Quarta, è un team molto giovane. L’atleta di riferimento in attacco è Stefano Provenzano, guardia-ala ex Ruvo e Massafra, top scorer della formazione salentina nella quale militano anche l’esterno Diego Martino e il centro Luigi Brunetti, ex di turno che ha giocato per l’Ambrosia nel primo scorcio della stagione 2010-2011.

Monteroni-Ambrosia sarà diretta da Gregorio Cannoletta di San Nicola la strada (Caserta) e Adriano Fiore di Scafati.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 16 novembre 2013