Molfetta, rimpasto in giunta: ecco i due nuovi assessori

Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 10 ottobre 2014

Molfetta, rimpasto in giunta: ecco i due nuovi assessori


Paola Natalicchio ha sciolto le riserve. Il sindaco di Molfetta ha comunicato i nominativi dei due nuovi assessori che subentreranno a Serena La Ghezza e Francesco Bellifemmine. Il rimpasto in giunta non muta gli equilibri di genere: rimangono cinque le donne e due gli uomini a formare l’organo esecutivo che governa la città.

Tommaso Spadavecchia è l’uomo indicato dal direttivo comunale del Partito Democratico. Ex dipendente comunale, sindacalista e comandante di navi mercantili, secondo il primo cittadino «Saprà dare impulso alle politiche del commercio, all’annona, alle attività produttive e allo sport».

Figura decisamente più lontana dai partiti è quella di Marilena Lucivero, architetto, 30 anni. La giovane professionista si è formata all’estero, scegliendo in seguito di tornare nella sua Molfetta. Pronte per lei le deleghe all’innovazione e alla cura della città, dalle manutenzioni dei parchi a quelle delle strade e delle scuole, all’accessibilità per i disabili e al rapporto con i comitati di quartiere. «Marilena sarà un valido supporto per l’ottimo lavoro sulla città già svolto ogni giorno da Giovanni Abbattista e Rosalba Gadaleta e ci consentirà, nell’ottica del gioco di squadra che da sempre ha caratterizzato la giunta, di lavorare al meglio non solo sul decoro ma anche sulla bellezza della nostra città e dei suoi spazi, che i cittadini ogni giorno ci chiedono» sottolinea Paola Natalicchio.

Marilena Lucivero

Marilena Lucivero

Il nuovo assessore ha ricevuto incarichi professionali sia dall’attuale che dalle precedenti amministrazioni. «Aveva in corso sia la progettazione del maxicomparto che del salvagente sulla banchina del bando Gac già approvati dal Consiglio Comunale e dalla Giunta e rinuncerà alla prosecuzione e direzione dei lavori» chiarisce il primo cittadino.

«Ho deciso di tenere per me le deleghe al personale e allo sviluppo economico e al lavoro. Sul personale, Francesco ha fatto un lavoro prezioso di riforma della macrostruttura che verrà a breve seguito da una rivisitazione della  pianta organica che voglio seguire personalmente per assicurare ai dipendenti neutralità massima e valutazioni ponderate che mettano tutti nelle condizioni di dare il meglio. Voglio metterci la faccia e farmi garante di questo importante e delicato passaggio, aiutata dai consigli preziosi del Formez, con cui stiamo lavorando già da giugno 2013 a un progetto di progettazione condivisa nell’ambito del progetto nazionale Capacity Sud.

Sullo sviluppo economico, credo che ci giochiamo un pezzo grosso della nostra credibilità e non voglio sottrarmi, in particolare continuando la cura del rapporto prezioso con l’Associazione Imprenditori Molfetta, con cui Francesco Bellifemine ha da mesi stretto relazioni proficue, che ci hanno portato a una serie di risultati come i progetti della Scuola in Fabbrica, l’attivazione della banda larga, l’allacciamento della rete gas, ormai alle porte, e le opere di manutenzione stradale e verde, ormai a regime, con l’apposizione della segnaletica stradale in tutta l’area, attesa da anni e in corso in questi giorni.

Voglio continuare personalmente il dialogo con gli imprenditori, giustamente esigenti, anche nell’ottica di cercare centralità nel rapporto con l’Asi, che va rilanciato e rafforzato. Anche per queste ragioni, lascio la mia delega preferita, quella alla scuola, nelle mani di un assessore affidabile e competente come Betta Mongelli, che sarà far fiorire al meglio tutti i progetti messi in cantiere in questi mesi con i dirigenti scolastici e i presidi.

Sono state due settimane faticose politicamente, ma sono convinta che oggi più che mai il centrosinistra molfettese è unito e pronto a mostrare i denti, a fare le cose, a realizzare un programma in cui credo, che abbiamo già rilanciato nel consiglio comunale sul bilancio e che non cambia di una virgola, e su cui ho anch’io voglio di fare sempre meglio».

L’attribuzione delle deleghe sarà effettuata lunedì. Domenica sera, alle ore 20:00, il sindaco rivolgerà un messaggio alla cittadinanza dalla sala Turtur.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 10 ottobre 2014