Molfetta | Ricettazione e contraffazione, confiscato il patrimonio di un bitontino

Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 16 giugno 2016

Molfetta | Ricettazione e contraffazione, confiscato il patrimonio di un bitontino

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Bari

Otto mesi dopo il sequestro eseguito, nel mese di ottobre 2015, nell’ambito dell’operazione “Boutique del falso”, le Fiamme Gialle della Tenenza di Molfetta hanno proceduto all’esecuzione del provvedimento di confisca del patrimonio nei confronti di C.A., residente a Molfetta ma originario di Bitonto, soggetto noto alle forze dell’ordine e già condannato in via definitiva per i reati di ricettazione e contraffazione.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Bari e ha riguardato due autovetture (fra cui una Volvo XC60), due moto e il saldo attivo di un conto corrente bancario su cui sono confluiti i proventi della vendita dei beni strumentali della ditta di abbigliamento nella titolarità del soggetto, cancellata dal registro delle imprese.

Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza hanno portato a considerare il soggetto socialmente pericoloso dedito abitualmente a condotte delittuose grazie alle quali aveva accumulato ricchezze frutto di attività illecite.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 16 giugno 2016