Molfetta: pulizia delle spiagge, atto primo

Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 30 aprile 2015

Molfetta: pulizia delle spiagge, atto primo


Interventi dell’Asm su Prima Cala, Gavetone, Torre Calderina e Bussola. Il sindaco annuncia ulteriori manutenzione e l’affidamento in gestione a privati di alcune aree verdi

L’Asm ha effettuato una prima pulizia dai rifiuti nei tratti di spiaggia più frequentati di Molfetta: Prima Cala, Gavetone, Torre Calderina, Bussola. Il sindaco Paola Natalicchio è raggiante: «Una pulizia sulle spiagge con grande anticipo rispetto all’apertura della stagione balneare non si era mai registrata a Molfetta. Ringrazio il presidente e gli operatori dell’Asm che hanno completato questo intervento».

Antonello Zaza, presidente dell’Asm, precisa: «L’intervento radicale e profondo su tutta la costa, con la rimozione delle alghe sarà effettuato entro giugno quando partirà anche il servizio di pulizia quotidiana. Intanto considerando che i tratti di costa si presentavano particolarmente sporchi, soprattutto per la presenza di materiali plastici e tronchi portati a riva dalle mareggiate, abbiamo preferito intervenire per rendere quelle specifiche aree già  fruibili essendo le più frequentate anche fuori stagione dai molfettesi».

In prossimità del lungo weekend del primo maggio l’amministrazione comunale ha ritenuto giusto rendere decorose le condizioni dei tratti di costa oggetto delle passeggiate di tante famiglie: «E’ giusto che trovino spiagge pulite su cui fermarsi e che le lascino pulite» rimarca il primo cittadino. «Ci sono due tratti con particolare valenza: l’area di Torre Calderina, tra la torre e il lido Nettuno, oggetto di escursioni anche delle scuole e la fascia d’acqua sottostante il Torrione Passari, che ringrazio la Capitaneria di aver pulito. Ben tenute contribuiscono a dare anche ai turisti una migliore immagine della nostra città».

Pulizia di spiagge e aree verdi in città

Pulizia di spiagge e aree verdi in città

Capitolo manutenzione del verde: «Questo è il periodo più difficile per la manutenzione del verde. L’alternarsi di pioggia e sole favoriscono la crescita della vegetazione spontanea ed avendo escluso l’uso di diserbanti chimici, per ridurre i rischi e l’impatto sulla salute e sull’ambiente, occorre effettuare interventi continui.

La Multiservizi ha già effettuato il taglio delle siepi alla Madonna dei Martiri, sta lavorando attorno agli alberi sui marciapiedi della 167, allo sfalcio dell’erba al cimitero, nei parchi pubblici e nelle aree libere a cominciare da quella a fianco della scuola Berlinguer. Mentre l’Asm ha completato lo sfalcio dei marciapiedi nella zona di levante e lungo viale dei Crociati» spiega l’assessore delegato Marilena Lucivero.

«Esiste un problema nella gestione delle molteplici aree destinate a verde pubblico in città, soprattutto nei comparti di espansione. Con l’approvazione del regolamento l’assessore all’ambiente Rosalba Gadaleta sta lavorando con il settore territorio per individuare le prime aree da mettere a bando per l’adozione e la compartecipazione dei privati alla gestione e manutenzione», annuncia il sindaco.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 30 aprile 2015