Molfetta | Pioggia di consensi all’Eremo Club per Gemitaiz

Dal territorio // Scritto da Giovanni Recchia // 11 luglio 2016

Molfetta | Pioggia di consensi all’Eremo Club per Gemitaiz

Il cantante romano ha sbalordito il pubblico

Il rapper romano Gemitaiz si è esibito in concerto all’Eremo Club di Molfetta per la prima tappa pugliese del “Nonostante Tutto Summer Tour”. Il 6 agosto è in programma il suo secondo live in Puglia, al parco Gondar di Gallipoli.

Il pubblico è accorso festante all’evento molfettese cantando a squarciagola tutti i brani contenuti nel suo ultimo album. Gemitaiz si distingue dalla scena hip-hop attuale per l’approccio totalmente diverso che ha applicato nella scrittura e produzione delle sue canzoni. L’artista ha ringraziato i fans che hanno assistito allo spettacolo con un videomessaggio postato su youtube. Gemitaiz è uno dei maggiori rappresentanti della cultura rap underground capitolina e ha saputo conquistare a piccoli passi il rispetto di tutta la scena.

La band, con la sua bravura, ha arricchito una manifestazione dai connotati decisamente piacevoli. Il rap, suonato dal vivo, rende molto di più di quello che è stato prodotto con suoni campionati e computerizzati. Il disco, a livello sonoro, fuoriesce dai canoni tradizionali spiazzando l’ascoltatore senza risultare banale. Il brano “Domani” è stato inserito nella colonna sonora dello spettacolo teatrale intitolato “Cattivi Ragazzi”, stato scritto e diretto da Veruska Rossi e Guido Governale: il racconto della storia di sette ragazzi che dopo aver commesso numerosi reati hanno saldato i conti con la giustizia. Una storia di giovani vite difficili che hanno lottato per tornare a galla: quando nella vita non puoi tornare indietro resta una sola cosa da fare, guardare avanti.

Gemitiaz ha dichiarato che dopo aver concluso la sua carriera musicale vorrebbe diventare dj per comunicare le sue emozioni in modo totalmente diverso. Il suo ultimo progetto discografico sembra non aver deluso le aspettative del pubblico e c’è curiosità verso i suoi lavori futuri.




Dal territorio // Scritto da Giovanni Recchia // 11 luglio 2016