Molfetta | Lo spettacolo “Arcangelo” aprirà sabato la rassegna “Altrove. Il teatro è coraggio”

Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 18 novembre 2016

Molfetta | Lo spettacolo “Arcangelo” aprirà sabato la rassegna “Altrove. Il teatro è coraggio”

Quarta edizione per il cartellone organizzato dall’associazione culturale “Malalingua”

Il teatro “diffuso” è la caratteristica della rassegna, alla sua quarta edizione consecutiva, organizzata dall’associazione culturale “Malalingua” di Molfetta. Spettacoli in location differenti che stuzzicano la curiosità del pubblico. “Altrove. Il teatro è coraggio” è il titolo scelto per il cartellone 2016/2017, frutto di un’accurata selezione fra le proposte delle numerose compagnie provenienti da tutta Italia che hanno partecipato al bando nazionale indetto dall’associazione.

L’apertura sabato 19 novembre, alle ore 21:00, presso “The Empty space” (piazza Effrem 11, Molfetta), sede scelta per il primo dei sette spettacoli in rassegna (le successive saranno comunicate volta per volta). Teatroscalo di Modugno porterà in scena “Arcangelo” di Michele Bia e Franco Ferrante, con Franco Ferrante. Parte dell’incasso verrà devoluto a favore della “Lega del Filo d’Oro”. La compagnia pugliese induce il pubblico a riflettere su temi legati alla disabilità dell’ipovisione e della cecità e, in generale, all’esperienza del dolore attraverso un una storia che, allo stesso tempo invita ad affrontare con ironia le proprie disavventure.

Seguirà sabato 17 dicembre un evento Clubkabaret dal titolo “Disgraziati cialtroni e buffoni senza corte”, produzione firmata e interpretata da Daniele Parisi e Luca Avaliano, originali artisti romani che recuperano la tradizione italiana dell’Avanspettacolo e del Teatro Canzone in un concerto di testi originali, scene a canovaccio, improvvisazioni ed esperimenti di narrazione dadà.

Sabato 14 gennaio la compagnia bolognese Cabiria Teatro presenterà al pubblico molfettese “La dolce guerra”, di e con Elena Ferrari e Mariano Arenella, nei panni di una maestra elementare ed un pioniere del cinema italiano che, attraverso il loro lavoro, cercano di raccontare il periodo storico in cui vivono, i ‘ruggenti’ anni ’20. L’11 febbraio,“Con le tue labbra senza dirlo” (di e con Paolo Faroni), spazio alla compagnia Blusclint di Torino che, attraverso la singolare figura del protagonista, indaga il rapporto con una figura idealizzata di donna passando dalla simbologia freudiana alla poesia.

Due spettacoli programmati nel mese di aprile. Sabato 8 “Emigranti” della compagnia bezoarT di Milano, storia di un rapporto surreale, a tratti tragicomico, tra due misteriosi uomini “venuti da lontano”, mentre il 29 è prevista una produzione della compagnia Malalingua. Chiusura della rassegna il 10 giugno coi Mezzotono-Piccola Orchestra italiana senza strumenti, ensemble di Bari che ha già partecipato ai festival internazionali Dubai Jazz Festival, Shanghai TV Show, Cairo Opera House concert, Johor Bahru Jazz Festival, London Jazz Festival. Le cinque voci hanno la capacità di riprodurre strumenti musicali e saranno in scena con lo spettacolo “Mad in Italy”.

La rassegna è curata da Marianna De Pinto e Marco Grossi, fondatori dell’associazione culturale Malalingua: «Teatro è coraggio, dall’origine della parola “Cor habeo”, un teatro fatto con il cuore, oltre gli ostacoli delle attuali contingenze culturali italiane, che vuole essere prima di tutto un atto d’amore tra il pubblico e gli artisti» hanno sottolineato i promotori della stagione “Altrove”.

Già in vendita gli abbonamenti per seguire i sette spettacoli del cartellone. Disponibili anche i singoli biglietti. Per informazioni è possibile rivolgersi presso la sede dell’associazione in vico I Catecombe n° 16 a Molfetta dal lunedì al venerdì dalle 16:00 alle 20:00.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 18 novembre 2016