Molfetta| Grande successo per il concerto degli Stadio

Dal territorio // Scritto da Cinzia Montedoro // 27 luglio 2015

Molfetta| Grande successo per il concerto degli Stadio


Domenica 26 luglio, la piazza centrale del Puglia Outlet Village di Molfetta stracolma per l’attesissimo concerto degli Stadio

Non c’erano dubbi, il concerto degli Stadio è stato un grandissimo successo. Sin dalle prime ore del pomeriggio, di domenica 26 luglio, fan accalcati, a ridosso del palco allestito nella piazza centrale del Puglia Outlet Village di Molfetta, hanno incorniciato quello che è stato un evento musicale che ha regalato un pezzo di storia non solo musicale ma anche di vita.

Poesie in musica e brani senza tempo hanno fatto abbracciare, emozionare e cantare generazioni. L’amore universale, nascosto in un intreccio di metafore, a volte romantiche a volte pungenti, con brani  custodi di ricordi come quelli legati al grande maestro Lucio Dalla.  «Noi, siamo legati con un filo indissolubile a un grande artista Lucio Dalla, lui c’è sempre, nei nostri concerti, nella nostra vita e anche questa sera» ha affermato il leader del gruppo, Gaetano Curreri.

In onore del grande maestro, gli Stadio hanno reinterpretato alcuni dei suoi più grandi successi tra cui “Anna e Marco”, ma non solo. Durante il concerto, con molta umiltà, Curreri ha reso omaggio a quelli che sono stati dei punti di riferimento per la carriera del gruppo: Guccini, Ron, Alda Merini, Ivano Fossati, Vasco Rossi e l’amico Carlo Verdone, per il quale sono state composte le colonne sonore di film di successo quali “Acqua e sapone” e “Chi te l’ha detto?”.

Senza dimenticare le collaborazioni artistiche con Noemi con il quale Curreri ha firmato il brano “La promessa”, una canzone che testimonia come non servano giri di parole, metafore o frasi ad effetto per poter arrivare al cuore di chi si ama. Altre collaborazioni importanti sono state quelle con Fabrizio Moro con il quale è stato interpretato “I nostri anni”, una canzone generazionale e i brani “Chiedi chi erano i Beatles” ed “Equilibrio instabile” in periodi diversi della storia musicale degli Stadio.

Il tributo a Marco Pantani

Il tributo a Marco Pantani (ph. Cinzia Montedoro)

Un momento particolare dell’intensa serata è stato dedicato al grande sportivo Marco Pantani, per il quale il grande paroliere Bigazzi ha scritto un capolavoro, musicato dagli stessi Stadio, oltre a ”E mi alzo sui pedali”, che è stata anche la colonna sonora della fiction televisiva su Marco Pantani. Gaetano Curreri ha ricordato la tenacia e la forza di uno sportivo, grande uomo, andato via troppo presto e che, con volontà e determinazione, ha raccontato un pezzo di storia sportiva del nostro paese.

Non sono mancati brani come “Sorprendimi”, “Diamanti e caramelle” e “Un volo d’amore” solo per citarne alcuni, tutti che parlano al cuore della gente con un linguaggio mai banale, segno che la scrittura delle loro canzoni si evolve sempre nel tempo, senza rimanere stagnati in quel limbo di sole,cuore e amore.

Un concerto, quello di ieri sera, che ha riscosso un grande consenso di pubblico, giunto anche dai paesi limitrofi, per ascoltare, divertirsi e anche per abbracciarsi con delle canzoni che sono e saranno un pilastro della musica leggera italiana.

fonte foto: pagina ufficiale facebook degli Stadio




Dal territorio // Scritto da Cinzia Montedoro // 27 luglio 2015