MOLFETTA ACQUISTA L’AREA PARCHEGGI DELLA STAZIONE. ESPERIENZA DA IMPORTARE?

Attualità / Dal territorio // Scritto da Serena Ferrara // 28 maggio 2014

MOLFETTA ACQUISTA L’AREA PARCHEGGI DELLA STAZIONE.  ESPERIENZA DA IMPORTARE?


Lo scalo merci della stazione ferroviaria di Bisceglie

Lo scalo merci della stazione ferroviaria di Bisceglie

Molfetta cerca di risolvere l’atavico problema del parcheggio in centro città, acquistando un’area di proprietà di Ferservizi spa posta sul piazzale esterno della stazione ferroviaria. Obiettivo: trasformarla in «area parcheggio di scambio», funzionale alla nuova pianificazione della mobilità sostenibile  che sarà messa in atto di qui a breve.
La proposta economica d’acquisto inoltrata a Ferservizi è di 150.000 euro: il Comune di Molfetta intende avvalersi della preferenza accordata dall’art. 24 della Legge n.210/85 “stipulazione di accordi di programma per la riqualificazione di opere ferroviarie”.

Anche Bisceglie intende da anni recuperare ad uso parcheggio lo scalo merci della stazione ferroviaria. Ma resta, al contrario di Molfetta, ma aspetta che a realizzare l’opera sia Ferservizi. Si porterebbe così a compimento il PRUACS “Lungo la ferrovia”, i cui lavori compaiono nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2013-2015 e che prevede di creare anche un sovrapasso pedonale con galleria commerciale in zona Fondo Noce e la riqualifica del sottopasso pedonale di via Sant’Andrea.

I tempi lenti della spa legata a Ferrovie dello Stato, non permettono però di fare previsioni circa l’inaugurazione dell’opera, che promette di coronare il sogno urbanistico di connettere “le due Bisceglie” separate dai binari una volta per tutte.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità / Dal territorio // Scritto da Serena Ferrara // 28 maggio 2014