MODUGNO-SPORTILIA 3-2. Biancazzurre rimontate dal 2-0, stop che brucia

Sport // Scritto da Donatella Todisco // 25 marzo 2015

MODUGNO-SPORTILIA 3-2. Biancazzurre rimontate dal 2-0, stop che brucia


Gara molto combattuta, decisa al tie-break e con tre parziali assegnati ai vantaggi. Opportunità per un pronto riscatto sabato 28, al PalaDolmen, col fanalino di coda Bari

Modugno-Sportilia Bisceglie 3-2

Parziali: 14-25, 24-26, 27-25, 28-26, 15-12.

E’ mancato veramente poco a Sportilia per espugnare l’ostico palasport comunale di Modugno.

La formazione biscegliese si è fatta superare al tie-break dalle locali in una partita iniziata bene, vincendo i primi due set, proseguita però cedendo negli altri tre parziali.

La parte iniziale del primo set è stata caratterizzata da un sostanziale equilibrio tra le due formazioni. In seguito il team di coach Nicola Nuzzi è riuscito a imporre il proprio gioco, portandosi a 4 lunghezze di distanza dalle avversarie (6-10). Grazie agli attacchi vincenti di capitan Mariagrazia Nazzarini, Ester Haliti e Federica Lionetti il vantaggio biancazzurro è aumentato progressivamente, fino a toccare il +8 (13-21). Il margine ha consentito alla formazione biscegliese di chiudere a braccia alzate il set, senza patemi, con il punteggio di 14-25.

Il secondo parziale di gioco è stato decisamente più combattuto. Il Modugno non ha mollato e ha cercato di mettere in difficoltà le ospiti. Sportilia è riuscita nuovamente a portarsi in vantaggio, fissando il punteggio sul 9-12. In un finale di set molto concitato, le locali sono riuscite ad agguantare la partità (23-23): a quel punto, Sportilia ha mantenuto alta la concentrazione e ha chiuso il set ai vantaggi con un muro di Piarulli e un attacco di Haliti, fra le migliori in campo per le ospiti (24-26).

BIANCAZZURRE INGENUE, INCAPACI DI CHIUDERE LA PARTITA

Nella terza frazione Sportilia, decisa a portare a casa il risultato pieno, ha condotto a lungo ma a causa di alcune incomprensibili decisioni arbitrali, mixate con alcuni errori di impostazione del gioco, ha permesso al Modugno di rientrare in partita e accorciare le distanze conquistando il parziale, molto combattuto, con il risultato di 27-25.

Nel quarto set le locali, incitate dal pubblico presente sugli spalti, hanno cominciato a credere nella rimonta e ancora una volta l’hanno spuntata ai vantaggi dopo un’estenuante altalena di emozioni.

Galvanizzate dall’aver acciuffato un’insperata situazione di parità, nel tie break le padrone di casa hanno contrastato Bisceglie su tutti i palloni e grazie a un atteggiamento più cinico sono riuscite a spuntarla (15-12), conquistando i due punti.

Una gara dai due volti: Sportilia, avanti di due set, è riuscita a mettere in difficoltà una squadra tecnicamente molto forte come il Modugno ma deve fare “mea culpa” per la mancata incisività in diversi frangenti importanti, costata sia il successo pieno che la vittoria del match, Sabato 28 marzo, al PalaDolmen, gara sulla carta abbordabile con l’Asem Don Milani Bari, fanalino di coda del girone A di Serie C femminile.




Sport // Scritto da Donatella Todisco // 25 marzo 2015