MISSIONE TAMPERE: EUSEBIO HALITI AGLI EUROPEI UNDER 23 DI ATLETICA LEGGERA

Sport // Scritto da Vito Troilo // 10 luglio 2013

MISSIONE TAMPERE: EUSEBIO HALITI AGLI EUROPEI UNDER 23 DI ATLETICA LEGGERA


Il logo degli Europei Under 23 di atletica leggera

Il logo degli Europei Under 23 di atletica leggera

TUTTI GLI ARTICOLI SU EUSEBIO HALITI 

Dal caldo torrido di Bisceglie agli 11° di Tampere, passando per Bari, Roma ed Helsinki. La nuova tappa dello splendido viaggio di Eusebio Haliti nella stagione del definitivo lancio internazionale conduce il più importante rappresentante dell’atletica leggera della nostra città in Finlandia, per la 9a edizione dei Campionati Europei Under 23. Una competizione relativamente giovane, nata appena nel 1997 (la prima edizione ancora in Finlandia, a Turku), con cadenza biennale, alla quale l’atleta di origine e genitori albanesi si presenta rinfrancato nel morale dal quinto posto ottenuto ai Giochi del Mediterraneo di Mersin sui 400 ostacoli.

“E’ stata un’esperienza fondamentale per la mia crescita. Ho corso praticamente sui tempi del mio primato personale e sento di potermi migliorare presto. La finale di Mersin, forse eccessivamente sottovalutata dagli addetti ai lavori, ha consegnato risultati tecnici di rilievo” sostiene Eusebio Haliti.

Agli osservatori più attenti non è sfuggito che il serbo Emir Bekric, 22 anni e grandissimo favorito per l’oro a Tampere, correndo in Turchia in 48″83 ha segnato un crono col quale sarebbe arrivato quinto nella finale delle Olimpiadi di Londra!

Livelli di eccellenza mondiali che il nostro corridore potenzialmente è in grado di avvicinare. “Sto lavorando per ridurre da 15 a 14 i passi fra un ostacolo e l’altro e perfezionare la tecnica di scavalcamento” ammette Eusebio Haliti, allenato dall’ottimo Tonino Ferro. L’indiscutibile esplosività dell’atleta biscegliese ne trarrebbe benefici facilmente riscontrabili a livello cronometrico. Gli europei di Tampere rappresentano un banco di prova per le ambizioni del velocista classe 1991.

Gli stimoli per far bene non mancano, visto l’ingresso alla gara con il 12esimo tempo di iscrizione. L’obiettivo non è soltanto entrare in finale ma occuparsi della gestione di situazioni di gara più complesse. Cominciano le competizioni internazionali, quelle con una batteria, la semifinale e la finale. E’ necessario conoscere perfettamente il proprio corpo per amministrarsi e distribuire lo sforzo.

L’Italia dell’atletica va a Tampere per vincere: una spedizione finalmente forte e valida (81 atleti, 43 ragazzi e 38 ragazze) con sicure protagoniste le damigelle Alessia Trost nel salto in alto, Dariya Derkach nel triplo e nel lungo e Gloria Hooper in 100, 200 e staffetta 4×100.  Eusebio sarà ai nastri di partenza dei 400 ostacoli insieme a Lorenzo Veroli e Davide Piccolo, con l’auspicio di vedere una tripletta italiana almeno fino alla semifinale. In gara, nei 400 e nella 4×400, il barlettano Vito Incantalupo.

La competizione dei 400 ostacoli si svolge nell’arco di tre giornate. Giovedì, a partire dalle ore 12:50, il via alle eliminatorie. Venerdì, alle ore 16:25, le due semifinali. Sabato, alle ore 16:20, la finale per le medaglie.

Al contrario dei Giochi del Mediterraneo, vergognosamente ignorati dall’emittente di stato della nazione che ha dominato il medagliere, i Campionati Europei Under 23, rientrando a tutti gli effetti nel range degli eventi sportivi coperti dall’Ebu, ovvero dall’Eurovisione, sono acquisiti e trasmessi dalla Rai, che nelle sue guide li indica come “Mondiali”…

Per ragioni di palinsesto, la batteria di Eusebio Haliti in programma giovedì non sarà trasmessa in diretta. L’auspicio è che, tramite il telecronista Franco Bragagna e la sua storica spalla tecnica Attilio Monetti, la Rai possa comunque recuperare il filmato delle gare non coperte live e trasmetterle nel corso del collegamento pomeridiano. Nessun problema per le semifinali e la finale, che saranno regolarmente mandate in onda in diretta.

Bisceglie in diretta seguirà, come logico, l’avventura del suo testimonial, vero orgoglio per lo sport di questa città. Forza Eusebio!

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 10 luglio 2013