Mirella Sasso in veste di compositrice nell’opera: “Storia d’amore e di magia”

Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 24 dicembre 2015

Il lavoro teatrale musicale, commissionato dalla Comunità Europea, sarà messo in scena a febbraio nella città di Massafra

Sarà rappresentata in prima assoluta a Massafra, poi in Bulgaria e nell’Isola di Wight l’opera “Storia d’amore e di magia”, un melodramma popolare in tre atti della compositrice biscegliese Mirella Sasso.
Appena terminata la pubblicazione per conto della ASA production Edizioni musicali, il componimento porta sulla scena il dramma delle donne sedotte ed abbandonate dai padroni terrieri nel meridione di fine ‘800, attraverso l’alternarsi di teatro, danza, musica, sentimenti e tradizioni meridionali.

Imperniato sulla tradizione del carnevale massafrese di fine ottocento, il libretto in tre atti, scritto ed ideato da Vita Maria Torelli, è stato interamente musicato da Mirella Sasso, che ha dato vita ad un’opera popolare vera e propria.

Una ouverture, un valzer, una polka, una tarantella, due arie per soprano, duetti, intermezzi e brani corali, caratterizzano il lavoro che sarà messo in scena dal 6 al 10 febbraio 2016 in prima assoluta a Massafra, presso il Teatro Comunale. La regia è stata affidata a Valentina Rota, le coreografie e danze sono curate da Stefania Antonicelli.
Maria (meglio nota come Mirella) Sasso, diplomata in violino, composizione, direzione d’orchestra, strumentazione per banda, musica corale e direzione di coro col massimo dei voti, ha conseguito la laurea di II° livello in Direzione d’orchestra con 110 e lode. È docente di composizione e violino presso il Liceo musicale di Monopoli. Dal 2003 è direttore artistico del Concorso Internazionale di musica “Valeria Martina” nella città di Massafra e membro di commissione in numerosi concorsi nazionali ed internazionali.

Direttore artistico, direttore musicale e compositrice nell’ambito del progetto GRUNDTVIG della Comunità Europea per gli anni 2012-2013, il maestro ha diretto cori e orchestre di diversi paesi europei: Polonia Bulgaria, Turchia, Cipro e Romania.




Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 24 dicembre 2015