Minervino Murge | Padre e figlio in manette per il sequestro di un pregiudicato

Dal territorio // Scritto da Cristina Scarasciullo // 8 ottobre 2016

Minervino Murge | Padre e figlio in manette per il sequestro di un pregiudicato

Volevano farsi giustizia da soli. Sono stati fermati dai Carabinieri prima che completassero la loro vendetta

Due uomini di Minervino Murge, padre e figlio, sono stati fermati dai Carabinieri della stazione di Minervino Murge mentre cercavano di farsi giustizia da soli.

I due hanno sequestrato e malmenato un pregiudicato, ritenuto colpevole di un furto subito. Non contenti, si sono poi recati presso l’abitazione del presunto complice, cercando di colpirlo con una mazza ferrata. Il soggetto malmenato, nonostante il forte shock, ha riportato lesioni giudicate guaribili in pochi giorni.

I militari sono stati allertati da diverse chiamate al 112, e presso l’abitazione del secondo individuo hanno bloccato i due uomini armati prima che compissero un ulteriore delitto.

A seguito della perquisizione effettuata sul loro furgone sono stati rinvenuti e quindi sequestrati un’altra mazza ferrata oltre ad una corda ed un coltello di circa 22 centimetri.

I due sono stati arrestati per sequestro di persona, lesioni personali e altro e posti agli arresti domiciliari.

Cristina Scarasciullo

Chi è Cristina Scarasciullo

Cristina Scarasciullo ha conseguito la maturità scientifica presso il liceo "Da Vinci" di Bisceglie, ed è iscritta alla facoltà di scienze della comunicazione presso l'università degli studi di Bari "Aldo Moro". Collaboratrice di Bisceglie in Diretta, coltiva il sogno di diventare una giornalista d'inchiesta fin da bambina. Il suo punto di riferimento è Giancarlo Siani.




Dal territorio // Scritto da Cristina Scarasciullo // 8 ottobre 2016