“Mettici le mani”: laboratori urbani in rete. A Bisceglie si attende l’apertura di STEAM a Palazzo Tupputi

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 26 settembre 2014

“Mettici le mani”:  laboratori urbani in rete. A Bisceglie si attende l’apertura di STEAM a Palazzo Tupputi


Nell’ambito della prima edizione dell’iniziativa (2006), Bisceglie era riuscita a farsi approvare il progetto STEAM (Scoprire i Talenti Esplorando Arti e Mestieri), un Laboratorio Urbano  che avrebbe permesso il restauro di Palazzo Tupputi. Sulla carta il laboratorio è attivo dal 30 giugno scorso; sarà gestito per cinque anni dalla parmense “Solares – Fondazione delle Arti”. Quello di Bisceglie era uno dei 151 approvati con i fondi del primo bando, finalizzato a riattivare, potenziare e mettere in rete gli spazi per i giovani nati all’interno di ex edifici pubblici abbandonati.

I Bollenti Spiriti della Regione Puglia oggi ripartono, lanciando il secondo step di Laboratori Urbani. “Mettici le mani” partirà il prossimo 1° ottobre e darà, a tutte le organizzazioni giovanili che gestiscono i Laboratori Urbani, un’opportunità per mettersi in rete, rilanciare gli spazi che ad oggi non rispondono ai requisiti minimi di qualità, favorire il ricambio generazionale e aggiornare i modelli di gestione in linea con le trasformazioni del contesto sociale ed economico.

Al bando, che sarà cofinanziato con le risorse del Fondo Nazionale Politiche Giovanili e avrà una dotazione iniziale di 1,5 milioni di Euro, potranno partecipare associazioni o imprese, composte in maggioranza da giovani di età compresa tra 18 e 35 anni, in possesso di un titolo valido di gestione di un Laboratorio Urbano (contratto o convenzione con l’Ente locale proprietario dell’immobile) o di un accordo di partenariato con il soggetto titolare della gestione.

Per Bisceglie, che parte – per una serie di sfortunate coincidenze – con un progetto già vecchio di otto anni, forse il nuovo bando potrà  tornare piuttosto utile.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 26 settembre 2014