Martedì la conferenza stampa d’inizio anno della Cgil Bat. Il segretario Antonucci: «E’ questo il momento di darsi da fare»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 16 gennaio 2015

Martedì la conferenza stampa d’inizio anno della Cgil Bat. Il segretario Antonucci: «E’ questo il momento di darsi da fare»


Martedì 20 gennaio, alle ore 10:30, si terrà ad Andria, presso la sede provinciale di via Guido Rossa, la tradizionale conferenza stampa di inizio anno del segretario Cgil Bat Luigi Antonucci.

Il leader sindacale analizzerà gli ultimi dati, piuttosto allarmanti, sull’occupazione. Un trend negativo, quello dei posti di lavoro perduti, che non sembra arrestarsi: dal 2008 al 2014 il numero degli occupati nella sesta provincia, secondo le statistiche, sarebbe calato di 20 mila unità. Secondo l’elaborazione Euroidees su dati Istat, nel 2013 il tasso di disoccupazione nella Bat si è attestato sul 22%, con la disoccupazione giovanile al 42,7%. Le previsioni per 2014 e 2015 non sono incoraggianti mentre nel 2016 si dovrebbe registrare un piccolo miglioramento della situazione.

Cgil Bat

Cgil Bat

«Faremo il punto sulle vertenze nel territorio, parleremo delle ripercussioni degli interventi apportati nel mercato del lavoro sull’economia della provincia fatta essenzialmente di piccole e medie imprese che contano, il più delle volte, quattro o cinque lavoratori. Salvo queste realtà e alcune altre nel settore del calzaturiero che stanno ancora galleggiando, molte grandi aziende hanno tirato i remi in barca e abbassato le saracinesche. Una via di fuga la offre il contratto di solidarietà ma non sappiamo ancora per quanto perché anche su quel fronte non si hanno certezze sui finanziamenti» afferma Luigi Antonucci introducendo i contenuti dell’incontro con la stampa di martedì prossimo.

«Comuni e provincia devono fare la loro parte a cominciare dai cantieri di cittadinanza i cui fondi sono stati stanziati ma per i quali, finora, stentano a decollare i progetti. La gente ha fame adesso, la gente è disperata adesso, la gente sta perdendo la casa adesso, questo è il momento di darsi da fare e non tra un mese o un anno. Abbiamo davanti agli occhi un’emergenza abitativa senza precedenti, uno a dieci è il rapporto tra gli sfratti per finita locazione e quelli per ‘morosità incolpevole’: sempre più capifamiglia perdono il lavoro e non avendo più un’entrata fissa si trovano a dovere scegliere tra fare la spesa e pagare l’affitto».

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 16 gennaio 2015