Marialisa Schiavone: «Sono felice di vivere ad Archi, un quartiere che mi sta rubando il cuore»

Attualità // Scritto da Cristina Scarasciullo // 13 aprile 2017

Marialisa Schiavone: «Sono felice di vivere ad Archi, un quartiere che mi sta rubando il cuore»

Vi raccontiamo chi è la suora biscegliese che vive tra i ragazzi di Reggio Calabria

L’8 aprile suor Marialisa Schiavone, giovane suora biscegliese che vive nel quartiere Archi di Reggio Calabria, ha raccontato, durante la veglia nella basilica di santa Maria Maggiore a Roma in preparazione alla prossima GMG, il proprio percorso di fede che l’ha portata ad essere oggi una suora francescana alcantarina.

Dopo aver lasciato la parrocchia ed esserci ritornata quasi per caso, Marialisa ha scelto di studiare regia e coordinazione teatrale a Roma. Mentre era lì che viveva la sua vita senza dover rendere conto a nessuno, ad un certo punto non si è sentita più nel posto giusto e ha avvertito la necessità di vivere questo amore che provava in maniera diversa.

Suor Marialisa nel quartiere Archi insieme ai ragazzi

Suor Marialisa nel quartiere Archi insieme ai ragazzi

Nell’aprile del 2013 la consacrazione e poi il suo trasferimento ad Archi, un quartiere difficile che è stato teatro una cruenta guerra di mafia di cui ancora oggi ne fanno le spese gli abitanti, dove le hanno affidato l’animazione di strada. «Spesso si chiedono “ma chi te lo fa fare di venire qui, metterti le scarpette da ginnastica e giocare con noi a pallone?” – ha raccontato Marialisa al Santo Padre – io posso solo dirgli che è un Amore più grande di me e che sta in mezzo a noi, e che per questo amore non conta chi sei o a chi appartieni, l’onore, il rispetto… L’unica legge che conta è solo la Sua».

Marialisa vive a Reggio con altre tre sorelle, e insieme ai volontari organizza le attività per i ragazzi del quartiere che hanno stretto con lei un legame molto forte. «L’animazione di strada ci ha fatto conoscere fino in fondo la suora. – ci ha raccontato Sara – Non è solo una persona con cui poter giocare e divertirsi, ma anche un’amica. Per me è un vero e proprio punto di riferimento: non c’è mai un momento in cui lei ci volti le spalle, cerca sempre di sostenerci e aiutarci». Conquistarsi la fiducia dei ragazzi ad Archi non è un’impresa semplice ma Marialisa sembra esserci riuscita a pieno. «Fin da subito si è messa in gioco e non ha avuto paura dei giudizi o di quello che potevamo pensare di lei: si è sentita subito al posto giusto. E per questo ha continuato il progetto dell’ animazione di strada in un modo così speciale come sa fare solo lei! Ci ha guidato in questo cammino di crescita in tutti gli aspetti e con lei abbiamo condiviso tanti momenti stupendi» racconta Miriana.

 Quello che gli animatori e le suore cercano di insegnare ai ragazzi è che esiste sempre una scelta: non sono i ragazzi ad andare in chiesa, ma viceversa gli animatori e le suore scendono per strada per giocare con  loro, senza imporre la loro presenza. I ragazzi apprezzano moltissimo il tempo che viene condiviso, e lo ricambiano con una fiducia ed un affetto incredibile, ed è per questo che Marialisa dice che Archi le sta rubando in cuore.

Cristina Scarasciullo

Chi è Cristina Scarasciullo

Cristina Scarasciullo ha conseguito la maturità scientifica presso il liceo "Da Vinci" di Bisceglie, ed è iscritta alla facoltà di scienze della comunicazione presso l'università degli studi di Bari "Aldo Moro". Collaboratrice di Bisceglie in Diretta, coltiva il sogno di diventare una giornalista d'inchiesta fin da bambina. Il suo punto di riferimento è Giancarlo Siani.




Attualità // Scritto da Cristina Scarasciullo // 13 aprile 2017