Manfredonia-Bisceglie, le voci del dopogara

Sport // Scritto da Vito Troilo // 20 ottobre 2015

Manfredonia-Bisceglie, le voci del dopogara


De Luca è arrabbiato: «Meritiamo rispetto»

Stupisce, perché rende l’idea di un limite ormai superato e della goccia che ha fatto traboccare il vaso, il tono con cui Claudio De Luca, solitamente pacato nelle analisi delle partite, ha affrontato microfoni e taccuini nella sala stampa del “Miramare” al termine del posticipo dell’ottavo turno di Serie D fra Manfredonia e Bisceglie. «Senz’ombra di dubbio meritavamo la vittoria per quanto espresso in campo e visto l’andamento del match» ha affermato il trainer nerazzurro


«Nel primo tempo abbiamo avuto una grande occasione con Patierno su cross di Volpicelli ma non siamo riusciti a concretizzare. Abbiamo tenuto un buon possesso palla non concedendo mai nulla agli avversari. Nella ripresa abbiamo trovato il vantaggio e la squadra ha espresso un buon gioco al cospetto di un Manfredonia che, considerando le ultime uscite negative, era alla partita della vita davanti ai propri tifosi»
ha proseguito il tecnico di Castellana Grotte.

«L’episodio del rigore ha cambiato del tutto la storia del match. Il rigore, non solo a parere mio ma anche di alcuni avversari, non c’era. Conseguentemente siamo rimasti in inferiorità numerica e questo ha dato ulteriore coraggio ai sipontini. In seguito, per fortuna, l’assistente ha mostrato personalità nel far cambiare idea al direttore di gara sul secondo rigore che aveva assegnato, sempre erroneamente perché il fallo era avvenuto fuori dall’area: forse saremmo qui a discutere persino di una sconfitta» ha commentato il timoniere della compagine adriatica.

«Il Bisceglie è una società giovane che merita rispetto: sono ormai troppe le decisioni arbitrali sfavorevoli che ci stanno penalizzando. Siamo rammaricati e molto arrabbiati» ha concluso Claudio De Luca.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 20 ottobre 2015