M.ITT.I.CO! pesce azzurro: buono e sostenibile dal mare, alla piazza, alla tavola

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 30 settembre 2015

M.ITT.I.CO! pesce azzurro: buono e sostenibile dal mare, alla piazza, alla tavola


tn_IMG_1948Si è concluso a Bisceglie il 29 settembre il tour di M.ITT.I.CO!, il progetto itinerante per la promozione del consumo e la valorizzazione del pesce azzurro promosso da un partenariato costituito da Provincia di Lecce (Capofila), Città metropolitana di Bari, Provincia di BAT, Provincia di Brindisi, Provincia di Foggia e Provincia di Taranto e  finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito della Misura 3.4, FEP 2007 – 2013 “Sviluppo di nuovi mercati e campagne rivolte ai consumatori”

Nel villaggio interattivo per turisti e cittadini allestito a Bisceglie, si sono svolte per tutto il giorno attività divulgative e informative,  attività per bambini, shooting fotografici, workshop con il biologo marino dell’Università di Bari dott.ssa Flavia Milone, lezioni di sostenibilità. Perché il pesce azzurro prima ancora che mangiato, va conosciuto e rispettato.

tn_IMG_1946Risorsa economica per il territorio, toccasana per la salute psichica e fisica, gustoso piatto della dieta mediterranea, il pesce azzurro è l’icona di un patrimonio naturale, tradizionale e gastronomico della Puglia. Non a caso, il progetto M.ITT.I.CO! ha puntato su tre cose: realizzare “le strade del pesce” (24 itinerari, tra cui quello di Bisceglie, che coprono 800 km di costa e cinque province); promuovere  il consumo e l’acquisto di pesce a km zero con i villaggi in piazza (allestiti, prima ancora che a Bisceglie nei porti di Bari, Vieste, Porto Cesareo, Savelletri e Taranto), una serie di workshop con gli ordini dei medici e 18 incontri nelle scuole primarie; valorizzare quei ristoranti che utilizzano e valorizzano il pescato locale attraverso una cucina di qualità informata.

tn_IMG_1947Un esempio è il ristorante Pepe Nero di Bisceglie, dove gli organizzatori dell’evento itinerante hanno scelto di ospitare le “degustazioni informate” previste dal progetto. Sotto la guida dello chef Daniele Antonelli e della dott.ssa Milone, i partecipanti hanno potuto gustare tre creazioni culinarie degne di un gran finale: la prima a base di alici (al miele con crema di ricotta alle erbe), la seconda pensata per interpretare il tonno fresco (burger con pappa al pomodoro preparata con l’acqua di cottura del pesce), l’ultima in grado di valorizzare un pesce povero come lo sgombro (marinato a secco e scottato in padella con peperone affumicato).

Il progetto  M.ITT.I.CO!, oltre a ricettari, atlanti ed eventi, ha realizzato anche un nuovo prodotto, in grado di attirare le curiosità dei bambini e raggiungere i mercati più importanti: il burger di suro, pesce tra i più poveri ed economici sul mercato.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 30 settembre 2015