“Luoghi del cuore”: parte il bando per i finanziamenti diretti

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 26 febbraio 2017

“Luoghi del cuore”: parte il bando per i finanziamenti diretti

Bisceglie potrebbe candidare il Casale di Zappino. In palio sussidi dai 1000 ai 13000 euro

L’iniziativa che porta la firma congiunta del Fondo Ambiente Italiano e di Intesa Sanpaolo, è la numero otto e si è conclusa con una conta all’ultimo voto il 24 febbraio. Il censimento 2016 dei “Luoghi del cuore” d’Italia ha premiato il Castello di Sammezzano a Reggello, capolavoro di arte eclettica che si trova non lontano da Firenze.

Su 33.000 luoghi italiani segnalati e votati dai cittadini, otterranno finanziamenti diretti per il restauro e la valorizzazione in tre: oltre a Sammezzano, il complesso di Santa Croce a Bosco Marengo (Alessandria) e le Grotte del Caglieron a Fregona (Treviso).

A breve, il FAI sarà impegnato ad intervenire sui luoghi vincitori e sui selezionati ad un ulteriore bando, che offre la possibilità, a tutti i luoghi che hanno ricevuto almeno 1.500 voti, di presentare una specifica domanda per beneficiare di un intervento diretto da parte della Fondazione.

Bisceglie potrà candidare, dei luoghi segnalati al FAI, solo il Casale di Zappino, che ha ottenuto nell’ultima edizione del sondaggio biennale, 2.386 voti (terzo nella BAT, ma ad oltre 14.000 voti di distacco dal secondo).

Il casale in cui si venera ancor oggi una Madonna nera, apportatrice di piogge e salubrità per i campi, fu proposto per la prima volta nel 2012, ottenendo appena 6 voti dai cittadini. Peggio nel 2014: con appena 2 voti, scivolò in fondo alle classifiche di tutta Italia.

Per potersi candidare a ricevere i contributi diretti del FAI (che vanno dai 1000 ai 130000 euro), servono però due cose: un preciso programma di azione e certezze sui cofinanziamenti. L’intervento, inoltre, dovrà riguardare alternativamente il recupero/restauro; una iniziativa di promozione o valorizzazione del ‘luogo’, l’istruttoria presso gli enti di tutela per apposizione vincoli o la verifica di progetti ritenuti lesivi della località che si intende tutelare.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 26 febbraio 2017