L’Unione non sfrutta la lunga superiorità numerica e cede di misura sul campo dell’Otranto

Sport // Scritto da Vito Troilo // 8 dicembre 2016

L’Unione non sfrutta la lunga superiorità numerica e cede di misura sul campo dell’Otranto

Azzurri poco incisivi soprattutto nella ripresa. Inevitabile la settima sconfitta in campionato

Otranto-Unione Calcio Bisceglie 1-0

Otranto: Caroppo, Serio, Mounchid, Stajano, Bouama, Deffo, Palma (dal 73° Martin), Lima, Brindisi (dal 67° Mariano, dal 78° De Giorgi), Villani, Manneh. Allenatore: Andrea Salvadore. A disposizione: Cazzato, Luca, Schirinzi, Gonzalez.
Unione Calcio Bisceglie: Lullo, Pinto, Asselti, Bartoli, Cossu, Mastropasqua (dal 60° Di Pierro), Dattoli (dal 40° D’Ambrosio, dall’83° Amoroso), Sangirardi, Ventura, Moscelli, Caprioli. Allenatore: Gino Zinfollino. A disposizione: Musacco, Quercia, Piperis, Quacquarelli.
Terna arbitrale: Tagliente di Brindisi (Colaianni di Bari, Acquafredda di Molfetta).
Rete: 33° Palma.
Note: ammoniti Stajano, Serio, Ventura, Mastropasqua, Bartoli, Asselti, Amoroso. Espulso Manneh al 36°.

La bella squadra formato trasferta, capace di conquistare 13 punti nelle gare lontano dal “San Pio” di Enziteto o dal “Città dei fiori” di Terlizzi, sembra essersi inceppata. L’Unione ha rimediato a Otranto la seconda sconfitta consecutiva fuori casa, meno netta nelle proporzioni rispetto a quella di domenica sul terreno dell’Altamura ma in ogni caso pesante, considerando la lunga superiorità numerica non sfruttata.

Il tecnico azzurro Gino Zinfollino ha proposto dal primo minuto Riccardo Cossu, difensore centrale 34enne nativo nigeriano e proveniente dal Nardò mentre il centrocampista Michele Piperis (ex Locorotondo) e il portiere Francesco Musacco (30 anni) sono rimasti in panchina.

La formazione ospite è andata al tiro dopo otto minuti con Caprioli dalla distanza, senza però riuscire a sorprendere l’estremo salentino. Episodio molto contestato al 19°: contatto tra Mounchid e Dattoli, proteste veementi dell’Unione ma l’arbitro ha lasciato proseguire.

L’Otranto ha realizzato il gol decisivo poco dopo la mezz’ora: colpo di testa di Palma e palla in rete con Lullo ancora una volta incerto. Sotto 1-0, i viaggianti si sono ritrovati con un giocatore in più in mezzo al campo a seguito del cartellino rosso mostrato a Manneh per un fallo su Caprioli. Poco prima dell’intervallo Ventura, servito da Moscelli, ha concluso al volo impegnando severamente Caroppo.

Ripresa contrassegnata dai tentativi degli azzurri su palla inattiva: Bartoli sugli sviluppi di un corner ha mandato la palla di pochissimo a lato mentre Cossu, di testa su punizione calciata da Moscelli, non ha trovato la giusta coordinazione. La compagine idruntina, nonostante l’inferiorità numerica, ha gestito la situazione senza correre particolari pericoli nella fase finale del confronto, incamerando tre punti preziosi. L’Unione tornerà ad allenarsi venerdì per preparare la sfida del “San Pio” col Gallipoli.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 8 dicembre 2016