L’ex Bisceglie Lorusso castiga l’Unione all’85°

Sport // Scritto da Vito Troilo // 22 gennaio 2017

L’ex Bisceglie Lorusso castiga l’Unione all’85°

Il Barletta s’impone di misura in un match che sembrava destinato a chiudersi senza reti

Barletta-Unione Calcio Bisceglie 1-0

Barletta: Rossetti, Donvito, Varola, Zingrillo, Digiorgio, Monopoli, Khalil (dal 65° Sguera), Dentamaro, Lorusso, Faccini (dal 90° Cormio), Lavopa. Allenatore Massimo Pizzulli. A disposizione: Addario, Aprile, Grumo, Rizzi, Lisi.
Unione Calcio Bisceglie: Musacco, Dattoli (dall’88° D’Ambrosio), Asselti, Bartoli, Cossu, Caprioli, Piperis (dal 75° Di Pierro), Sangirardi, Pascual (dal 70° Ventura), Moscelli, De Mango. Allenatore: Gino Zinfollino. A disposizione: Lullo, Mastropasqua, Salomone, Quacquarelli.
Terna arbitrale: Recchia di Brindisi (Cataneo, Dilucia di Foggia).
Rete: 85° Lorusso.
Note: spettatori 500. Ammoniti: Varola, Zingrillo, Lavopa, Dattoli, Asselti. Calci d’angolo: 3-3.

Un’altra beffa. Non è certo una fase fortunata per l’Unione, che sul sintetico del “Manzi-Chiapulin” ha dovuto arrendersi al Barletta in un confronto a tratti soporifero la cui conclusione a reti bianche è sembrata per larghi tratti inevitabile. Decisivo, a cinque minuti dal termine, un colpo di testa di Lorusso. Ottavo stop stagionale nel massimo campionato calcistico regionale per il collettivo del ds Storelli.

Il tecnico azzurro Gino Zinfollino ha schierato nell’undici iniziale quasi tutti gli elementi che hanno cominciato la finale regionale di Coppa Italia col Team Altamura, con la sola eccezione di Sangirardi inserito al posto di Mastropasqua. Buono l’approccio al match degli ospiti, subito al tiro con Piperis a chiusura di un’azione corale partita dai piedi di Caprioli e proseguita con un delizioso invito di Moscelli.

Antonio Caprioli

Antonio Caprioli

Biancorossi poco propositivi nella prima frazione di gioco, se si esclude un tentativo di Faccini al volo sugli sviluppi di un calcio piazzato (palla messa in angolo da Musacco) e un tiro dalla distanza di Lavopa bloccato in due tempi dall’estremo ospite.

Ripresa solo leggermente più vivace: filtrante di Moscelli per Jordi Pascual il cui diagonale si è spento sul fondo. Gli ingressi di Davide Ventura e Nicola Di Pierro al posto dell’attaccante argentino e di Piperis non hanno modificato l’assetto dell’Unione, che con Sangirardi, al 79°, ha provato la conclusone dal limite dell’area avversaria, alzata in angolo da Rossetti.

Improvviso quanto immeritato, all’85°, il gol vittoria del Barletta: traversone dalla destra di Lavopa e precisa incornata di Gianni Lorusso. L’acuto dell’ex centravanti del Bisceglie ha deciso una sfida tutt’altro che spettacolare.

Foto Unione Calcio Bisceglie

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 22 gennaio 2017