Le grandi sigle dell’agroalimentare pugliese a congresso presso le antiche segherie Mastrototaro

Attualità / Economia // Scritto da Serena Ferrara // 21 ottobre 2014

Le grandi sigle dell’agroalimentare pugliese a congresso presso le antiche segherie Mastrototaro


manif 70x100_OK_traxFiliera agroalimentare e grande distribuzione. L’evoluzione italiana“.

Ha scelto un tema impegnativo e un parterre di ospiti importanti, la neonata associazione Orizzonti, per il suo debutto in pubblico.

Vuol mettere produzione e distribuzione-commercio a confronto,  convocando alcuni “grandi del Sud”. Da un lato la GDO, sempre più attrattiva per i consumatori  e con crescente potere d’acquisto nei confronti dei fornitori, dall’altro i diritti di chi produce, “costretto” a confrontarsi con una struttura distributiva sempre più concentrata e imperativa nell’imporre le sue condizioni a chi sta a monte della filiera.

Su 100 euro spesi dal consumatore per i prodotti alimentari –  stima un recente studio ADM – (Associazione Distribuzione Moderna) gli utili che complessivamente agricoltura, industria, ingrosso, distribuzione e ristorazione devono ripartirsi tra loro sono solo 3 euro: un risultato che può essere cambiato attraverso una più intensa e mirata collaborazione.

E’ di questo ambizioso traguardo che si parlerà presso le Antiche Segherie Mastrototaro sabato 25 ottobre alle ore 18.00.

Al convegno, moderato dal giornalista RAI Attilio Romita e introdotto dal presidente della Pugliese & co Mauro Mastrototaro, parteciperanno l’on. Francesco Boccia, presidente della Commissione Bilancio alla Camera dei Deputati, il presidente di Federdistribuzione Giovanni Cobolli Gigli, l’amministratore delegato della Divella SpA Francesco Divella e il presidente di Megamark Spa Giovanni Pomarico.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità / Economia // Scritto da Serena Ferrara // 21 ottobre 2014