Le donne democratiche presentano la proposta di legge regionale “Egality pay”

Politica // Scritto da Vito Troilo // 9 marzo 2017

Le donne democratiche presentano la proposta di legge regionale “Egality pay”

L’obiettivo è ridurre il gap salariale tra uomini e donne

Mercoledì 8 marzo, in occasione della giornata internazionale della donna, presso la Federazione provinciale del Partito Democratico di Bari è stata presentata la proposta di legge regionale “Egality pay”, finalizzata a contrastare il gap salariale tra uomini e donne. Presenti Antonella Vincenti, coordinatrice della Conferenza regionale delle donne democratiche, Assuntela Messina, presidente regionale del Partito Democratico, Sandra Antonica, vicesegretaria regionale Pd, Antonella Demarco, componente della Commissione pari opportunità regione Puglia, Linda Savino, coordinatrice donne democratiche provincia di Bari. Hanno partecipato anche il segretario regionale Marco Lacarra e il Capogruppo dem in consiglio regionale Michele Mazzaranno.

«Promuovere efficacemente l’uguaglianza tra uomini e donne e il principio del mainstreaming di genere rappresenta ancora per la regione Puglia un traguardo da raggiungere attraverso un percorso al quale sono chiamati a partecipare tutti gli attori socio-economici. Lo sforzo dell’amministrazione regionale deve andare nella direzione di inserire l’ottica di genere in tutti gli ambiti di intervento politico, attraverso la sinergia di più fonti di finanziamento e l’inizio di un percorso finalizzato alla realizzazione di una programmazione per le politiche di genere basata sui principi del coordinamento, dell’integrazione e dell’approccio partecipativo» ha rimarcato Assuntela Messina (nella foto).

La coordinatrice regionale della conferenza delle donne democratiche, Antonella Vincenti, ha sottolineato: «Il partito democratico si conferma fortemente orientato all’innovazione legislativa nel campo delle politiche di genere. La nostra proposta, fortemente voluta dalla Conferenza delle donne democratiche, unica nel suo genere in italia, vuole dare una risposta chiara ad uno dei problemi sulla disparità di genere. Siamo grati al segretario regionale Lacarra che si è fatto portavoce in consiglio, unitamente al capogruppo pd Michele Mazzarano di questa nostra proposta per la quale ci aspettiamo un rapido iter legislativo».

«Bisogna passare dal celebrare al fare» ha dichiarato la vicesegretaria regionale Sandra Antonica, che pone l’accento sul «come le donne democratiche riescano a restare attente alle esigenze del territorio che chiede la coniugazione dei termini lavoro e parità».

Per Antonella Demarco, componente commissione pari opportunità, «La regione Puglia sarebbe la prima in Italia a promuovere in maniera concreta e in termini di certezza un sistema di buone pratiche a cascata negli enti pubblici, per realizzare la parità quantitativa e qualitativa di genere nel mondo del lavoro nonché colmare il gap della differenza salariale attraverso un sistema di certificazione per aziende di equality pay, che possa garantire un incentivo premiante a quelle unità imprenditoriali che accedono a fondo pubblici».⁠⁠⁠⁠

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 9 marzo 2017